ERA già al terzo colpo quando, ieri, gli agenti della squadra mobile lo hanno individuato e bloccato. Aveva cercato di allontanarsi in bicicletta ma, in via Due Canali Nord, invece di fermarsi all’alt è finito sul cofano dell’auto di servizio, sfondando il parabrezza. E’ un giovane di 32 anni il rapinatore che, venerdì...

ERA già al terzo colpo quando, ieri, gli agenti della squadra mobile lo hanno individuato e bloccato. Aveva cercato di allontanarsi in bicicletta ma, in via Due Canali Nord, invece di fermarsi all’alt è finito sul cofano dell’auto di servizio, sfondando il parabrezza. E’ un giovane di 32 anni il rapinatore che, venerdì mattina, ha tentato di farsi consegnare denaro inizialmente in una cartoleria di via Nonantolana per poi prendere d’assalto una tabaccheria di strada Albareto e una farmacia alla Crocetta. Per il giovane, trovato in possesso di passamontagna e occhiali, è stato disposto il carcere.

Parliamo di un ragazzo incensurato e nullafacente che pare aver colpito sotto l’effetto di stupefacenti e che, proprio per procurarsi altre dosi, avrebbe minacciato i dipendenti dei vari esercizi commerciali facendo credere di avere un’arma nascosta nella giacca. Nella casa in cui il 32enne vive coi genitori – ignari di tutto - i poliziotti hanno trovato soldi. Non si esclude che il ragazzo sia responsabile di altre rapine avvenute nei giorni scorsi in città, tra cui quella al Despar di via Nonantolana. Il primo ‘allarme’ è scattato intorno alle 12.30 in cartoileria dove il ragazzo ha cercato di farsi consegnare il denaro dai proprietari. I commercianti si sono rifiutati di aprire la cassa e il giovane è salito in sella alla bicicletta dileguandosi in tutta fretta. Poco dopo rapina riuscita alla tabaccheria di strada Albareto; bottino sessanta euro. Sempre passamontagna calato sul volto il bandito in bicicletta raggiunge quindi la farmacia Crocetta di via Ciro Menotti. Il 31enne finge di essere armato e si fa consegnare circa 400 euro.