GIRAVA in auto con alcune dosi di droga ma, soprattutto, con una pistola semiautomatica nascosta sotto la ruota di scorta. In manette è finito un operaio di 24 anni albanese regolarmente residente in Italia. Il giovane è stato fermato venerdì sera a Fanano dai carabinieri, durante una mirata attività finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pavullo, insieme ai colleghi delle stazioni di Fanano e Sestola, hanno fermato il giovane per un controllo, appunto, in via Fondovalle Panaro.

Inizialmente sono spuntati addosso al ragazzo 4 grammi di marijuana. A quel punto i carabinieri hanno deciso di procedere ad una verifica più approfondita trovando, nel portabagagli dell’autovettura, ben nascosta sotto la ruota di scorta una pistola semiautomatica con matricola abrasa, completa di caricatore con 5 proiettili.

Il giovane è stato ammanettato e i militari hanno deciso a quel punto di perquisire anche i locali della sua sede di lavoro. Qui, dopo minuziosi controlli, sono quindi stati rinvenuti dalle pattuglie e sequestrati altri 23 proiettili di vario calibro di cui 4 a salve.

Il 24enne, una volta identificato, è stato quindi trasportato nel carcere Sant’Anna a disposizione dell’autorità giudiziaria.