Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 mag 2021

"In discoteca senza ballare? Un’assurdità"

Paolo Buzzega (Silb): "Pensiamo piuttosto a locali riservati ai già vaccinati. Per gli altri usiamo protocolli che garantiscano la sicurezza"

30 mag 2021
roberto grimaldi
Cronaca

di Roberto Grimaldi Almeno per ora, la regola stabilita dalla cabina di regìa del ministero della salute è la seguente: le discoteche potranno riaprire, ma non si potrà ballare. Il pericolo del contagio c’è ancora. Difficile immaginare un locale nato e costruito per la danza, trasformato in un luogo dove sarà severamente vietato muoversi a ritmo. La pensa così Paolo Buzzega, presidente provinciale di Silb-Confcommercio, il sindacato che associa le discoteche modenesi. Buzzega, come vede questa nuova norma "Come una presa in giro. E non voglio credere che sia questo il nostro destino". In che senso? "Non riesco nemmeno a immaginare a come si possa fare per far rispettare una simile assurdità in un locale da ballo". Per la nostra provincia cosa comporterebbe? "Per l’immediato non più di tanto. Da noi i locali all’aperto sono solo il 30% e lavorano prevalentmente a giugno. In luglio e in agosto la gente parte per le ferie. Il problema per i locali che rappresento sarà ad ottobre. E’ per allora che spero che tutto si sia risolto". C’è una data in particolare che vi preoccupa? "Sì, quella di Halloween. Se risuciamo ad essere aperti in presenza in quella data prendiamo un po’ di ossigeno, per cercare, nei mesi successivi, di sopravvivere". Ci sono alternative all’apertura con divieto di ballo? "Certo. La prima è riservare gli ingresso a persone vaccinate. Un buon 30% dei nostri locali propone ballo liscio o musica latino-americana. La clientela rientra nella fascia d’età già immunizzata. Basterebbe chiedere all’entrata il certificato di vaccinazione e si potrebbe aprire e ballare senza problemi". E per chi non lo è? "Abbiamo pensato anche a questo, ma non adesso, da mesi. Insieme al Comune abbiamo ideato un protocollo di sicurezza da proporre alla Regione. Non abbiamo mai ricevuto risposta". Cosa prevedeva il protocollo? "Nei nostri locali c’è già un ricambio d’aria completo ogni dieci minuti. Questo perché gli impianti sono stati ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?