Incubo maltempo, a Pavullo anche la grandine

Un violento nubifragio si è nuovamente abbattuto sul paese. Fiato sospeso per il rio Cogorno, il sindaco sollecita Hera e Atersir

Incubo maltempo, a Pavullo anche la grandine

Incubo maltempo, a Pavullo anche la grandine

Una nuova e improvvisa ’bomba d’acqua’, nella settimana più afosa di giugno, risveglia il timore di allagamenti. Non c’è tregua per il territorio di Pavullo, ieri colpito da un violentissimo – l’ennesimo – temporale durato, fortunatamente, solo mezz’ora. Grandine con chicchi di 2.5 centimetri caduti insieme a una pioggia molto intensa e con forti folate di vento. I riflettori sono subito andati sulla fatidica via Marchiani, sotto alla quale scorre il canale tombato del rio Cogorno che – il 24 maggio scorso – era esondato, allagando diverse attività commerciali.

Sul posto si è precipitato il sindaco Davide Venturelli, di ritorno da un impegno in Regione proprio in quel momento.

Nei pressi del ristorante-pizzeria ‘Il Principe’, un tombino aveva iniziato a ’rigurgitare’ acqua e lungo la strada si era formato un principio di allagamento. Ma la breve durata della precipitazione ha fatto sì che si evitasse il peggio. La paura, però, è stata tanta: "Per fortuna avevamo fatto pulire a spese nostre tutte le fogne, onde evitare un nuovo incubo", commenta Paola Recusi, titolare della rosticceria Giardini. Alla rosticceria Giardini e al forno Camatti è subito accorso il sindaco Davide Venturelli: "Anche questa volta abbiamo sfiorato l’allagamento. Non può essere che ad ogni acquazzone ci sia il terrore di una esondazione – è lo sfogo del primo cittadino –. Lunedì incontrerò Hera ed Atersir, per proseguire il dialogo riguardo all’adeguamento del sistema fognario ed alla realizzazione delle vasche di laminazione a monte del paese. A loro chiederò impegni precisi". Ancor più colpita del capoluogo è stata la frazione di Sant’Antonio, dove l’acqua è caduta letteralmente ‘a secchiate’: fortunatamente, data la posizione sul crinale, non si sono registrati allagamenti.

Uno smottamento si è invece verificato su via Benedello, in località Pian di Scuola: ad intervenire per ripristinare il regolare transito è stato direttamente il proprietario del campo. Qualche piccolo disagio segnalato sul tratto del Carrai, con grandi pozze d’acqua e rallentamenti.

Miracolosamente scampati ai danni gli stand allestiti per la fiera dell’Economia Montana, iniziata proprio giovedì: "Volendo sdrammatizzare, è dalla prima edizione che l’inizio della fiera porta pioggia", aggiunge Venturelli.

Riccardo Pugliese