"La Graziosa: degrado e idranti rotti"

Zanoli: "Via vai di carovane di nomadi: costi enormi per la comunità". Il sindaco: "Stiamo intervenendo"

"La Graziosa: degrado e idranti rotti"

"La Graziosa: degrado e idranti rotti"

Continuano gli interventi del consigliere comunale Mirco Zanoli, capogruppo della lista di opposizione "Rinascita locale", contro il fenomeno delle carovane di nomadi che vanno e vengono nella zona La Graziosa di San Cesario.

"Sono circa due mesi – spiega Zanoli – che il fenomeno va avanti senza che siano state messe in atto, finora, azioni efficaci da parte dell’amministrazione comunale per contrastarlo. Il problema – continua il consigliere di minoranza – è che questi arrivi e partenze (anche ieri c’erano carovane) lasciano sul posto non solo tanti rifiuti che devono poi essere smaltiti a spese della comunità, ma anche l’idrante della zona viene puntualmente manomesso. Visto che mi è stata bocciata in consiglio comunale una mozione dove chiedevo una pubblica assemblea per discutere il problema, lancio una proposta all’amministrazione: sono disposto a occuparmi gratuitamente del problema sicurezza alla Graziosa, nel caso mi fosse assegnato un fondo, per promuovere la sua riqualificazione. A tal proposito, chiederei un incarico specifico da parte del sindaco".

Dall’altra parte, non si è fatta mancare la replica del sindaco Francesco Zuffi, che rileva: "Non abbiamo mai negato il fenomeno, segnalatoci dai cittadini o, ancor più spesso, dalla stessa polizia locale. Va infatti sottolineato che la polizia locale interviene ogniqualvolta si presenta il problema, intimando lo sgombero immediato. Ovviamente, non può rimanere sul posto per tutto il tempo necessario allo sgombero, ma eleva spesso sanzioni alle carovane e segue da vicino ogni episodio. Non solo: stiamo mettendo in atto come amministrazione altre azioni concrete: sebbene non possiamo interdire l’accesso all’area, che è pubblica, comunque ci impegniamo per mantenere il decoro della zona e abbiamo già contattato nei mesi scorsi i vigili del fuoco per trovare con loro una soluzione al fine di prevenire il fenomeno di manomissione degli idranti, rendendolo molto più difficile. Da parte loro invece le minoranze, in particolare Rinascita Locale, nonostante le nostre richieste di proposte concrete continuano a fare proposte del tutto insensate, come tavoli o altre assurdità".

Marco Pederzoli