GUASTO all’impianto di pubblica illuminazione e alcune vie di Finale Emilia – Costituzione, Ugo Foscolo, 25 Aprile –, sono al buio da giorni. «Siamo ormai abituati» commentano con tono rassegnato i cittadini delle aree interessate. Il sindaco Sandro Palazzi fa sapere che «i cantonieri del Comune sono al lavoro per scoprire i tombini dallo strato di asfalto che li ricopre e permettere così all’azienda specializzata alla manutenzione di esplorare e individuare dove si è prodotto il guasto»....

GUASTO all’impianto di pubblica illuminazione e alcune vie di Finale Emilia – Costituzione, Ugo Foscolo, 25 Aprile –, sono al buio da giorni. «Siamo ormai abituati» commentano con tono rassegnato i cittadini delle aree interessate. Il sindaco Sandro Palazzi fa sapere che «i cantonieri del Comune sono al lavoro per scoprire i tombini dallo strato di asfalto che li ricopre e permettere così all’azienda specializzata alla manutenzione di esplorare e individuare dove si è prodotto il guasto». Quanto ai giardini pubblici di Finale Emilia e di Massa, oggetto di polemiche nei giorni scorsi, «è in corso – precisa il sindaco – la redazione di un progetto che porterà alla sostituzione dei corpi illuminanti assai obsoleti e irrimediabilmente degradati dal tempo con la nuova tecnologia Led». Se i cittadini si dicono ‘ormai abituati’, non mancano le polemiche da parte di Sinistra Civica. «Sono due anni e mezzo - dichiara il capogruppo Stefano Lugli – che l’amministrazione del sindaco Palazzi promette, ad ogni consiglio comunale, il progetto completo d’illuminazione ma poi di fatti non se ne vedono e l’illuminazione è ko, come del resto le strade, piene di buche e la ricostruzione al palo. E’ servito un anno è mezzo alla giunta per stanziare risorse e quindi capisco anche la rassegnazione dei cittadini». Per il sindaco Palazzi, «i lavori invece sono ormai prossimi a partire. Abbiamo speso un milione per asfaltare una serie di strade dissestate suddivise in tre diversi comparti: 1) le vie Salde d’Entrà, Santa Maria, Abba Motto; 2) le vie Santa Bianca, che congiunge Finale a Bondeno, e Ruggimenta; 3) le vie Botticelli, Battaglia, e via Ceresa in accordo con Enel Green Power. L’impegno è altissimo e costante, e nonostante i tanti debiti ereditati dalle scorse amministrazioni – dichiara Palazzi – stiamo sfruttando tutte le risorse disponibili per l’interesse della comunità. Quanto all’illuminazione – continua – sappiano i finalesi che la situazione ereditata è tragica: da vent’anni nessuno ha mai fatto manutenzione agli impianti e il risultato è sotto gli occhi di tutti».

ENTRO il 15 ottobre, la giunta Palazzi impegnerà 50mila dei 90mila euro stanziati dallo Stato per il rifacimento dell’illuminazione dei giardini di Finale e di Massa, per l’efficientamento energetico della scuola di Massa.

«Stiamo lavorando per il bando di gara della pubblica illuminazione e il ritardo, di cui parla Lugli, è dovuto ai gravissimi ritardi nel piano di urbanizzazione delle precedenti amministrazioni».

v.bru.