Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Le neve poi il sole: sarà Pasqua sugli sci

Gli operatori turistici sperano di rivedere gli afflussi turistici pre-Covid. Le prenotazioni hanno già superato il 60% dell’offerta

Escursione sulla neve sul nostro Appennino. Ieri sera ha nevicato sopra i mille metri
Escursione sulla neve sul nostro Appennino. Ieri sera ha nevicato sopra i mille metri
Escursione sulla neve sul nostro Appennino. Ieri sera ha nevicato sopra i mille metri

La neve che non c’è stata per Natale, è arrivata in vista della Pasqua: è nevicato anche ieri sera in quota; poi da mercoledì previsioni di sole e temperature in netto rialzo. E da oggi, con l’inizio della Settimana Santa, gli operatori turistici sperano di ripetere i favorevoli afflussi pre-Covid. Se in una recente rilevazione di Confesercenti in Emilia Romagna risulta che è già stata acquisita una significativa media dell’offerta disponibile di prenotazioni turistiche pari al 60,2%, nell’Appennino Modenese c’è chi supera già tale cifra. Infatti stando all’Osservatorio sul Turismo di Intellera Consulting, la migliore performance fra le stazioni sciistiche per Pasqua sarà quella di Sestola, con il 72,5% delle camere e appartamenti già venduti. "Influirà di certo – dicono al comprensorio invernale del Cimone – il poter abbinare sia le escursioni primaverili nel verde che le ultime sciate sulle piste ben innevate. I nostri impianti saranno aperti da venerdì 15 aprile a lunedì 18 aprile compreso, con promozioni sullo skipass con tariffe valide per sabato-domenica-lunedì per tutte le categorie (adulti, ragazzi e senior): ski-pass giornaliero festivo 30,00 euro, due giorni festivi consecutivi: 50,00 euro; tre giorni festivi consecutivi: solo 60 euro". Numerose anche le prenotazioni per le escursioni guidate negli itinerari naturalistici dell’Appennino: "Nella nostra zona operano le ass.ni La Via dei Monti, Stray Dog Outdoor e Guide 100Fiori -dice Loretta Adani della Pro Loco di Pievepelago- e le molte adesioni confermano la riscoperta dell’escursionismo appenninico, unica eredità positiva del periodo Covid". Nonostante la difficile situazione generale, la Pasqua 2022 tornerà quindi un periodo favorevole per il turismo. Lo conferma l’indagine di Assoturismo Confesercenti Emilia Romagna, realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze presso un campione di circa 300 strutture ricettive del settore alberghiero ed extralberghiero regionale: "Siamo contenti della ripartenza di richieste sul Turismo in Emilia Romagna, sia dal mercato italiano che da quello straniero di prossimità – dichiara Fabrizio Albertini Presidente Assohotel Confesercenti Emilia Romagna. Buone sono le richieste in tutti i comparti, mare, città d’arte, collina, sia per Pasqua, sia per i Ponti del 25 aprile e del 2 giugno. Sono ripartiti di slancio anche gli eventi sportivi che segnano già numeri importanti dopo mesi di incertezze".

g. p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?