Cinquant’anni con successo. ‘Nati con la camicia’ festeggia quest’anno il 50esimo ed è tra pochissimi negozi italiani a confezionare ancora camicie su misura. Il negozio, aperto negli anni Sessanta da Eva De Biaggi Scacchetti, la ‘famosa Eva’ (che ancora oggi realizza camicie per il Maestro Riccardo Muti, e nel 2017 fece dono di un bellissimo capo a Papa Francesco in visita a Mirandola) dal ’92 è in mano ad Antonella Ferraresi. «Un tempo – racconta la titolare – tra i clienti...

Cinquant’anni con successo. ‘Nati con la camicia’ festeggia quest’anno il 50esimo ed è tra pochissimi negozi italiani a confezionare ancora camicie su misura. Il negozio, aperto negli anni Sessanta da Eva De Biaggi Scacchetti, la ‘famosa Eva’ (che ancora oggi realizza camicie per il Maestro Riccardo Muti, e nel 2017 fece dono di un bellissimo capo a Papa Francesco in visita a Mirandola) dal ’92 è in mano ad Antonella Ferraresi.

«Un tempo – racconta la titolare – tra i clienti c’erano soprattutto persone mature, che volevano la camicia su misura per nascondere qualche difetto di troppo, in genere l’addome pronunciato o le spalle poco mascoline, oggi invece sono soprattutto i giovani a scegliere il tessuto e la fattezza della camicia artigianale». Più che alla griffe e alla moda, i clienti di ‘Nati con la camicia’, molti anche da fuori provincia, cercano di soddisfare il proprio gusto personale. «La camicia è un regalo molto gradito in questo periodo di festività natalizie, poi per la laurea, i compleanni e comunque è un capo richiesto in tutte le stagioni», prosegue la titolare, il cui negozio, in piazza Conciliazione, è a ridosso del Duomo, riaperto lo scorso settembre. «Da via Curtatone, dov’ero prima del sisma di maggio 2012, ci siamo delocalizzati in viale Gramsci, al Borgo, e dal 2017 siamo rientrati di nuovo in centro, nei locali che un tempo ospitavano la pasticceria Giorgio, a sua volta trasferitasi in viale Italia». Quattro dipendenti, di cui tre giovanissime, ‘Nati con la Camicia’ vende anche maglioni, cravatte, cinture, calzoni «e tutto ciò – spiega Antonella – che ruota attorno al mondo della camicia. Mi riempie di soddisfazione – commenta inoltre la titolare – il fatto che oggi tante ragazze giovani scelgano nuovamente, come nel passato, di imparare il mestiere di sarta, che rischiava altrimenti, al pari di altri lavori artigianali, di estinguersi».

«D’altronde siamo il Paese, l’Italia, della moda glamour conosciuta in tutto il mondo. Il nostro è un lavoro creativo, in continua evoluzione rispetto ai tessuti, alle tendenze e ai gusti personali, dove alla base di tutto c’è il rapporto personale con il cliente». ‘Nati con la Camicia’ è al passo coi tempi. Oltre al sito internet, curato da un professionista, tra i progetti futuri c’è anche la vendita ‘on line’. «Uno strumento utile – conclude Antonella Ferraresi – per soddisfare sempre di più le richieste dei clienti da fuori Mirandola».

Viviana Bruschi