Quotidiano Nazionale logo
24 gen 2022

Covid Modena, lite nella fila per il tampone: i vigili mandano tutti a casa

Assembramenti in attesa del test alla farmacia del centro commerciale Ieri 2.410 nuovi casi Covid

featured image
Assembramenti in attesa del test alla farmacia del centro commerciale

Modena, 24 gennaio 2022 - Sono 2.410 i nuovi casi Covid registrati in provincia di Modena e riportati sul bollettino di ieri: i sintomatici sono 417, gli asintomatici 1.993. Di questi, 24 sono i nuovi ricoveri di cui uno in terapia intensiva. Si contano purtroppo due decessi con Covid: un uomo di 77 anni di San Prospero e una donna di 91 anni di Modena.

La curva dell’epidemia di Covid-19 si trova in fasi diverse nelle province italiane. È una mappa molto eterogenea, quella che emerge dalle analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le applicazioni del Calcolo Picone, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr): dopo una frenata della crescita, Modena è tra le 11 province che hanno raggiunto un plateau insieme, tra le altre, a Bologna, Forlì-Cesena, Parma, Ravenna. In Emilia-Romagna i nuovi positivi sono 19.630 in più rispetto a ieri,su un totale di 61.590 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore.
Questo il dato comunicato al ministero della Salute, che però comprende i 1.350 casi dei giorni scorsi relativi alla provincia di Ferrara che sono stati recuperati oggi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 31,9%. Se si considerassero i casi reali odierni, quindi 18.280, la percentuale scende al 29,7%.

Intanto ieri pomeriggio gli animi si sono scaldati, malgrado il gedo, nella corposa coda che si era formata davanti alla farmacia del GranEmilia, quindi all’esterno del centro commerciale. Decine di persone erano in fila per fare il tampone: "Sono arrivata alle 14 – ha raccontato una ragazza – e sono rimasta in coda fino alle 16, poi quando mancava ormai poco al mio turno è arrivata la polizia municipale perché alcune persone hanno iniziato a litigare. Alla fine ci hanno mandati tutti a casa perché c’era troppa gente, in pratica un assembramento. Sono stata riconvocata su appuntamento alle 19".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?