Bambina in piscina (Foto di archivio Frasca)
Bambina in piscina (Foto di archivio Frasca)

Campogalliano (Modena), 27 giugno 2016 - E’ ricoverata in gravissime condizioni al policlinico di Modena, una bambina di sette anni di origine marocchina che ieri pomeriggio ha rischiato di annegare nella piscina comunale di Campogalliano, in via Garibaldi.

La bambina è ricoverata in terapia intensiva ed è in prognosi riservata. I medici non si pronunciano. Erano circa le 16 quando i bagnini della piscina, affollatissima vista la giornata calda, sono stati attirati dalle urla di persone in acqua. La piccola era immersa nell’unica vasca dell’impianto e si trovava nella parte dove il livello dell’acqua è più basso, pari a circa 90 centimetri: all’improvviso pare si sia sentita male e si sia accasciata sul fondo, mentre i genitori erano seduti a bordo vasca.

Immediatamente i bagnini si sono buttati in acqua e l’hanno sollevata, portandola fuori e facendola sdraiare sul pavimento. Hanno praticato le manovre di soccorso, tra cui la respirazione artificiale, ma hanno subito capito che la situazione era grave e hanno chiamato il 118. Sul posto si è precipitata un’ambulanza che ha caricato la piccola per poi portarla d’urgenza al policlinico, mentre i vigili urbani e i carabinieri, anch’essi giunti immediatamente sul posto, hanno cercato di ricostruire l’accaduto.

«I bagnini sono subito intervenuti prestando soccorso – spiega il presidente della società sportiva che gestisce la piscina, Filippo Serafini – Pare si sia trattato di un malore, ma non abbiamo certezze. La bambina era nella zona dove l’acqua è più bassa, mentre nella zona più alta il livello è di due metri e dieci».

Oggi proseguiranno gli accertamenti per cercare di ricostruire l’accaduto da parte della polizia municipale, mentre i genitori attendono notizie dal policlinico di Modena.