VALENTINA REGGIANI
Cronaca

Pavullo, minaccia col fucile l’inquilino che non paga

Il proprietario di casa imbraccia l’arma e la punta contro l’affittuario che stava traslocando. Intervengono i carabinieri

Minaccia col fucile l’inquilino che non paga

Minaccia col fucile l’inquilino che non paga

Pavullo, 9 luglio 2024 – Avrebbe impugnato un fucile per poi minacciare gli amici del suo inquilino, intenti ad aiutare l’amico a fare il trasloco. Poco dopo avrebbe puntato la stessa arma contro l’affittuario ‘reo’ di non pagare da tempo l’affitto. L’episodio sarebbe avvenuto a Palagano il primo luglio scorso e nei confronti del presunto responsabile, un uomo del posto è scattata la denuncia per minacce aggravate. La presunta vittima, un rumeno di 44 anni che pare avesse in arretrato parecchi canoni, aveva annunciato al proprietario che avrebbe lasciato l’appartamento in questione proprio quel giorno. Per questo motivo – in base a quanto ricostruito – la mattina del primo luglio aveva dato incarico a due amici di dargli una mano a caricare i mobili su un furgone. Lui, la presunta vittima, li avrebbe raggiunti poco dopo, una volta uscito dal lavoro. Al loro arrivo, però, il proprietario dell’appartamento li avrebbe raggiunti in cortile e, secondo la denuncia, minacciati con un fucile. "Stavo tornando dal lavoro – ha spiegato l’uomo ai carabinieri, prontamente intervenuti sul posto. Uno dei miei amici, intorno alle 14 mi aveva contattato per farmi sapere che il proprietario dell’immobile li aveva appena minacciati con l’arma e mi chiedeva se avesse dovuto comunque continuare a caricare il furgone. Io gli avevo risposto di fermarsi per paura che potesse accadere loro qualcosa". Ma non è tutto, perchè l’inquilino, rientrato a casa, ha denunciato che il proprietario di casa poco dopo aveva minacciato pure la moglie dell’inquilino con una sbarra: la donna si trovava sola in casa in quel momento, con la figlioletta. "Sono sceso all’ingresso del palazzo – ha denunciato ancora il 44enne – ma il proprietario, invece di scendere e parlare, ha nuovamente imbracciato il fucile e, restando in balcone me lo ha puntato addosso affermando: "adesso ti ammazzo". La presunta vittima delle gravi minacce aveva subito chiamato i carabinieri che, giunti sul posto, avevano raccolto la testimonianza del 44enne. Quest’ultimo aveva ammesso i precedenti arretrati nei pagamenti dell’affitto, ai quali sarebbero presumibilmente legate le minacce. Pare che il proprietario di casa avevsse minacciato verbalmente la famiglia anche in altre occasioni, per poi arrivare appunto a puntare l’arma contro il papà di famiglia. Ora sull’episodio sono in corso indagini da parte dei carabinieri e la presunta vittima ha nominato un proprio legale, Gaetano Pirillo del foro di Reggio Emilia. "Il cliente è venuto nel mio studio molto preoccupato, ha paura per la sua vita e per quella dei suoi famigliari".