Modena, una storia di vittorie e sconfitte contro il Venezia nel corso degli anni

Il Modena ha ottenuto la sua ultima vittoria contro il Venezia nel 1980, in C2. Nel corso degli anni, ci sono state altre vittorie del Modena contro il Venezia, ma anche sconfitte pesanti. Complessivamente, ci sono stati 28 incontri tra le due squadre, con 7 vittorie del Modena.

Palumbo contro Tessmannn al Braglia

L’ultimo successo del Modena sul campo del Venezia nei campionati a girone unico è datato 27 aprile 1980, quasi 44 anni fa e addirittura in C2!. I canarini, guidati in panchina dal giovane Bruno Pace, si imposero 4-0 con doppietta dell’attaccante Claudio Trevisan, e reti del mediano Maurizio Guidazzi e del terzino Cosimo Corallo, in gol ben 11 volte in quel torneo, vinto dal Modena con conseguente promozione in C1.

Anche il primo confronto fra neroverdi e gialloblù, risalente al campionato di Serie B 1932-33, si era concluso con l’affermazione del Modena su quella che all’epoca si chiamava Serenissima Venezia, 1-0 firmato da Antonio Carnevali. Un’altra vittoria gialloblù arrivava nel 1937-38, sempre in B, 3-1 con rete di Erasmo Franzoni e doppietta di Luigi Del Grosso. E ancora nel 1939-40, questa volta in A, con un clamoroso 4-0, doppietta del centravanti uruguaiano Raul Banfi e gol di Alfredo Notti e Pietro Bazzan. Fu una delle sette vittorie ottenute dal Modena in quel campionato, chiuso all’ultimo posto con retrocessione in B. La squadra gialloblù prevalse anche nel campionato di Alta Italia 1945-46, 3-2, con doppietta di Renato Brighenti I e rete di Giorgio Giorgioni. Nelle file gialloblù oltre a Brighenti I, autore di 82 reti in 180 partite fra A e B, figuravano già Renato Braglia, Maino Neri, Ermanno Malinverni e Lidio Stefanini, futuri componenti della squadra che nel 1946-47, sempre allenata da Alfredo Mazzoni, si sarebbe piazzata terza in Serie A. Per ritrovare il Modena vincitore a Venezia bisogna aspettare la prima giornata del campionato di Serie B 1957-58, 1-0, rigore trasformato da Cesare Campagnoli, interno prelevato dall’Inter, dove era cresciuto. Poi nel 1965-66, quando nel penultimo turno del campionato di B i gialloblù s’imposero 3-2, con reti, tutte nel primo tempo chiuso sul 3-0, dell’oriundo argentino Rubén Merighi e doppietta del non ancora ventenne modenese Giorgio Rognoni che nel 1967 sarebbe passato al Milan per vincere quasi tutto quello che si poteva vincere: scudetto, Coppa delle Coppe, Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale.

Nel Venezia, già praticamente promosso nella massima serie, due modenesi, entrambi prodotti del vivaio gialloblù, il difensore Gianni Grossi e il mediano Giulio Cesare Spagni. Fra i rovesci più pesanti subiti dal Modena in casa del Venezia il 4-1 del 1962-63 in serie A, con rete gialloblù firmata dal tedesco Albert Brülls, il 3-0 del 1993-94 con gol d’apertura dell’attuale allenatore neroverde Paolo Vanoli e il 5-0 della scorsa stagione con poker del finlandese Joel Pohjanpalo. Complessivamente i confronti fra Venezia e Modena nei campionati a girone unico sono stati 28 (5 di A incluso il campionato di Alta Italia, 19 di B, 3 di C e 1 di C2), con 7 successi gialloblù, 8 pareggi e 13 vittorie dei neroverdi. Le reti, 29 per i canarini, 38 per i lagunari.

Rossano Donnini