MONTEFIORINO Archiviata la consultazione elettorale che ha riconsegnato a Maurizio Paladini, sindaco uscente, la guida dell’amministrazione comunale di Montefiorino, il nuovo consiglio uscito dalle urne è pronto a dare inizio alla nuova legislatura. Fissata per le 11 di domani nella sala consiliare della medioevale Rocca la seduta di insediamento, che come primo atto dovrà procedere alla convalida del...

MONTEFIORINO

Archiviata la consultazione elettorale che ha riconsegnato a Maurizio Paladini, sindaco uscente, la guida dell’amministrazione comunale di Montefiorino, il nuovo consiglio uscito dalle urne è pronto a dare inizio alla nuova legislatura. Fissata per le 11 di domani nella sala consiliare della medioevale Rocca la seduta di insediamento, che come primo atto dovrà procedere alla convalida del risultato per sindaco e i 10 consiglieri: i 7 della lista di maggioranza ’Civiltà montanara’, ovvero Robj Linari, il più votato, che sarà anche capogruppo, Marco Prati, Marco Campani, Luciano Ruggi, Massimo Corti, Elena Cadonici ed Erio Luigi Monari; ed i 3 spettanti alle minoranze, Chiara Asti, che sarà anche capogruppo, e Fortunato Zanni della lista ’Cambia-Monte’ e Riccardo Coriani della lista ’Per Montefiorino’. Contestualmente il sindaco ufficializzerà la nomina della giunta che sarà composta da Luciano Ruggi, indicato come futuro vice sindaco, cui saranno affidate le deleghe a cultura, turismo e museo, e da Marco Prati, che seguirà sport, tempo libero e innovazione digitale. Paladini al momento manterrà per sè lavori pubblici, urbanistica, scuola e personale, ma come afferma lui stesso "confermo in un prossimo futuro l’intenzione di distribuire deleghe specifiche ad alcuni consiglieri". Nella medesima seduta saranno definiti gli indirizzi per le nomine degli enti di secondo grado, procedendo altresì alla nomina dei 2 rappresentanti di Montefiorino nella Unione comuni distretto ceramico, che sono per diritto lo stesso sindaco e un altro consigliere. La maggioranza indicherà Erio Luigi Munari. Stabilito in questa seduta anche l’ammontare dei gettoni di presenza spettanti ai consiglieri. Intanto, ben accolta la disponibilità di Paladini che vuole coinvolgere le minoranze nella amministrazione. "La dichiarazione di intenti – commenta Chiara Asti di ’Cambia-Monte’ – è positiva. Ovviamente speriamo che si traduca in un coinvolgimento concreto e rispettoso. Da parte nostra c’è la massima disponibilità a collaborare".

Alberto Greco