Municipale, in pensione il comandante Bellei

Dopo 27 anni di carriera: festeggiato dai colleghi e dagli amministratori "Ora è tutto più tecnologico".

Municipale, in pensione il comandante Bellei

Municipale, in pensione il comandante Bellei

Il comandante della Polizia municipale di San Prospero, Euro Bellei, è andato in pensione dopo 27 anni di carriera.

Il 31 ottobre, Bellei ha celebrato il suo ultimo giorno lavorativo nel corso di un evento che ha visto la partecipazione di una cinquantina di persone tra colleghi e rappresentanti dell’amministrazione comunale di San Prospero.

Inizialmente agente semplice a San Prospero, in seguito ha lavorato per otto anni a Concordia, dove è diventato ufficiale.

Nel 2006 è tornato a San Prospero dove è stato comandante per cinque anni prima di passare all’Unione Comuni Modenesi Area Nord, diventando comandante del presidio di San Prospero. Negli ultimi tempi era stato promosso a comandante del Corpo intercomunale di polizia municipale dell’Ucman, incarico che, con il pensionamento, ha ceduto al comandante Donato Caccavone.

"Diverse cose sono cambiate negli ultimi 27 anni – commenta Bellei – soprattutto per lo sviluppo di nuove tecnologie. Negli anni Novanta il nostro lavoro era più ‘artigianale’; oggi la polizia municipale può avvalersi di strumentazioni più sofisticate. Dall’altro lato, le nuove tecnologie hanno portato a nuovi problemi: ad esempio, gli smartphone costituiscono una distrazione molto diffusa tra i guidatori. Negli ultimi anni abbiamo notato anche un piccolo aumento della microcriminalità, forse dovuto a fenomeni di emulazione di ciò che i giovani ritrovano sui mezzi di comunicazione di massa. Si tratta ancora di casi isolati, ma è una tendenza che abbiamo notato. Nel complesso – conlcude – direi che l’andamento dei reati, delle azioni illegali, è costante. Cambia la loro natura, ma i numeri sono sostanzialmente invariati".

"Il suo impegno in tutti questi anni è stato encomiabile", il commento del sindaco di San Prospero Sauro Borghi.