Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Notte bianca addio: scompare dal calendario

Il ’Nessun dorma’, ideato nel 2011, non figura nel cartellone di quest’anno. A fine maggio l’evento richiamava migliaia di persone

stefano luppi
Cronaca
La notte bianca del 2017
La notte bianca del 2017
La notte bianca del 2017

di Stefano Luppi

L’era Covid si è portata via anche una tradizione culturale e commerciale importante come la Notte bianca, a Modena declinata in ’Nessun dorma’. La manifestazione di primavera, ideata nel 2011 dall’ex assessore alla cultura Roberto Alperoli e discendente delle celeberrime ’estati romane’ di Renato Nicolini, non è infatti più prevista nel calendario degli eventi che nei giorni scorsi è stato presentato dalla amministrazione alle associazioni commerciali della città. Il panorama, fin da maggio, non rimane deserto, ma il ’Nessun Dorma’ era ormai divenuto un appuntamento in grado di catalizzare tante forze in nome della cultura, del tempo libero e commerciali. Un po’ come fa da oltre vent’anni, in autunno, il Festivalfilosofia. Ma il Comune – probabilmente anche per limitare le spese di bilanci sempre più risicati – ora decide altrimenti proponendo singole iniziative ’parcellizzate’.

Basta, dunque, con il libretto degli appuntamenti che caratterizzava la notte bianca del Nessun Dorma riunendo iniziative di "cultura, motori e sapori in occasione della Notte europea dei musei e di Modena terra dei motori". Ora il Comune decide di spalmare le iniziative, come recita il documento che è stato spedito nei giorni scorsi alle associazioni modenesi con le firme degli assessori Andrea Bortolamasi (cultura) e Ludovica Carla Ferrari (promozione della città). "Durante i prossimi mesi – spiegano gli amministratori pubblici nella lettera – proseguiamo con l’obiettivo di perseguire una piena riapertura e fruizione degli spazi del centro storico e dei luoghi monumentali e culturali, sempre attraverso un assetto generale qualificato, anche per offrire un percorso di visita della città e del territorio ordinato, che sappia conciliare le esigenze di residenti, operatori, pubblico e turisti. Capace di valorizzare le offerte di intrattenimento e di visita degli eventi, degli istituti culturali e delle attrazioni aperte, che si inserisca nella strategia di promozione turistica VisitModena nonché di invitare cittadini e visitatori a fruire della rete commerciale e ristorativa". Dal 13 maggio proseguirà l’iniziativa ’Tavolini sotto le Stelle’ che viene suddivisa in tre serate dedicate alla cultura, alla convivialità, al turismo e alla socialità, sotto il titolo di ’Notti di Luna’. La prima è sabato 14 maggio con la Notte Europea dei Musei (l’unica parte superstite del Nessun Dorma, appunto) ’MUSEinDANZA’ che aprirà i luoghi culturali agli allievi di dieci scuole di ballo e alle loro performance previste fino a mezzanotte. Seguirà la nottata del 28 maggio, nell’ambito del già annunciato ’Motor Valley Fest’ (26-29 maggio) con iniziative dedicate al mondo dell’automobile. Infine la ’Festa Europea della Musica’, il 18 giugno, con la quale di norma si apre il cartellone estivo. Protagonisti nell’occasione il Centro Musica e i giovani musicisti. Il Comune, interpellato ieri dal Carlino, ha preferito non commentare il cambio di rotta.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?