Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

"Nuova ex Amcm, il traguardo nel 2024"

L’architetto Maria Cristina Fregni: "Le palazzine residenziali sono inserite in un’area attrattiva dal punto di vista dell’aggregazione"

roberto grimaldi
Cronaca

di Roberto Grimaldi

Per il progetto preliminare ed esecutivo del Parco della Creatività nell’area Ex Amcm, tra via Peretti e via Sigonio, il Comune (che ha dato il via libera alla riqualificazione a marzo 2021) si è affidato alla cooperativa Politecnica Ingegneria e Architettura. L’architetto Maria Cristina Fregni è tra quelli che si è occupato dell’opera urbanistica che si appresta a cambiare volto alla zona a ridosso del centro. Il valore complessivo dell’intervento è di oltre 7milioni e 700 mila euro.

Architetto Fregni, partiamo dalla tempistica. A che punto è il cantiere?

"Sono stati fatti gli scavi necessari per il parcheggio interrato e per le fondamenta di palestra e palazzine residenziali. Il canale sotterraneo è già stato deviato".

Quindi quando ci sarà il taglio del nastro?

"Se tutto va bene nel 2024. Certo, gli imprevisti ci possono sempre essere. Il costo dell’energia che lievita può comportare ritardi negli approvvigionamenti, potrebbero esserci difficoltà nel reperire le materie prime. Ma al momento il traguardo del 2024 mi sembra realistico".

Le risulta che tutti gli appartamenti delle due palazzine siano già stati venduti sulla carta?

"Non mi occupo della vendita immobiliare. Ma è una voce che ho sentito".

Si parla di alloggi di pregio e abbastanza costosi. Perché secondo lei hanno avuto questo successo di vendita?

"Perché oltre ad essere in classe A4 come consumi energetici, oltre ad avere finiture di pregio, sono collocati in una zona ben servita. A due passi ci saranno un supermercato alimentare, una palestra, un teatro e un cinema estivo. E siamo vicinissimi al centro storico. Ogni appartamento dispone di un posto auto in garage, le palazzine sono dotate di giardino interno. Gli appartamenti dispongono di lunghi balconi, un optional che, soprattutto dopo il lockdown, è sempre più richiesto. E la piazza dell’ex Amcm si trasformerà in una piacevole zona verde".

Qualcuno lo ha definito come un progetto che stimola l’aggregazione

"E’ uno degli obiettivi che ci siamo posti. Tra le palazzine residenziali, la palestra e il teatro, ci sarà un’area verde, con sedute e angoli destinati all’intrattenimento, tavoli da ping pong e spazi per lo skate. Insomma, il posto ideale per l’aggregazione, soprattutto giovanile. Un luogo che sarà frequentato da utenti del teatro e della palestra, una zona molto utilizzata, che dovrebbe scoraggiare la presenza di malintenzionati".

A proposito di malintenzionati e di sicurezza: ogni volta che si parla di garage interrati c’è sempre chi manifesta timori

"Intanto non sarà interrato ma seminterrato, visto che per accedere alla piazza si salirà di qualche metro. Questo garantirà una buona illuminazione di giorno. Ma sarà anche garantita una buona illuminazione nelle ore notturne, molto probabilmente ci sarà un impianto di videosorveglianza per fornire una maggior sicurezza".

Residenti e negozianti temono di veder sparire tutti i parcheggi in superficie.

"Invece i posti auto all’aperto in via Peretti, soprattutto quelli davanti alle attività commerciali, rimarranno".

C’è chi rimpiange già gli alberi abbattuti in via Peretti

"Ma alla fine il saldo delle alberature sarà positivo. Nell’area sorgeranno diverse tipologie di piante e cespugli, che garantiranno ombra e frescura nella stagione più calda. Sarà un posto piacevole dove passare il tempo libero".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?