Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Oltre 1300 studenti raccolgono farmaci per l’Ucraina

Castelfranco: su proposta di alcune docenti, coinvolto tutto l’istituto Guinizelli "Esempio di solidarietà"

Non sono solo lezioni teoriche di educazione civica quelle che gli studenti dell’istituto comprensivo "Guinizelli" hanno imparato in queste settimane.

Da oggi e per tutta questa settimana, una classe dell’istituto – la media 3° F – metterà in pratica le conoscenze acquisite e organizzerà una grande raccolta di farmaci per l’Ucraina, che coinvolgerà tutto il loro istituto comprensivo, dalle materne alle medie, passando per le elementari. Complessivamente, sono potenzialmente coinvolti in questa iniziativa 1.310 studenti e relative famiglie. Ideatrice di questo importante gesto di solidarietà per l’Ucraina è la docente di lettere Maria Giovanna Grandi, la quale in collaborazione con la prof. Melina Marrone di religione e altre insegnanti ha appunto coinvolto i suoi studenti in tale progetto. "Nel programma di terza – spiega Grandi – è previsto lo studio dell’educazione civica, dei diritti dell’immigrazione e dei diritti umani. Grazie anche a un incontro organizzato dalla collega di religione con volontari della Comunità di Sant’Egidio, e soprattutto vista la triste concomitanza di quest’anno, abbiamo quindi deciso di organizzare questa raccolta di farmaci coinvolgendo tutto l’istituto". Già nei giorni scorsi la 3° F ha lavorato alacremente preparando una locandina con tanto di QR code, per indicare tutta la lista dei farmaci che si possono conferire a scuola. Poi, è stata la volta della preparazione dei cartoni in cui raccogliere le medicine, che saranno portate in Ucraina tramite la Comunità di Sant’Egidio". Molto soddisfatta anche la dirigente scolastica, Vilma Baraccani, che commenta: "E’ un bell’esempio di coinvolgimento della comunità e di tutta l’istituzione scuola".

m.ped.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?