Ospiti, musica e cultura. Così l’estate si accende

Montese, tutto pronto per il festival ’Un Paese ci vuole’: si partirà domani . Storie di vita e passione saranno raccontate nelle piazze e negli edifici storici .

Ospiti, musica e cultura. Così  l’estate si accende

Ospiti, musica e cultura. Così l’estate si accende

Tanti gli ospiti che da domani a domenica 14 luglio 2024 si alterneranno nelle piazze e negli edifici storici di Montese per raccontare storie di vita e di passioni, musica e buonumore, interagendo con un pubblico che ogni anno diventa sempre più numeroso e caloroso. L’edizione 2024 del Festival ‘Un paese ci vuole’ si aprirà all’insegna del ricordo di Riccardo Ludergnani, amatissimo concittadino e presidente della Pro-Loco di Montese che ci ha salutati troppo presto. Così, dopo l’inaugurazione di rito (ore 20.45), alle ore 21 la serata tributo "Ciao Riccardo" vedrà esibirsi i musicisti Andrea Candeli (chitarra) e Matteo Salerno (flauto), il performer David Duszinsky, l’attore e doppiatore Mario Cordova intervistato da Massimo M. Veronese e l’ex calciatore del Bologna FC Renato Villa intervistato da Vittorio Macioce. Venerdì 12 luglio, dalle ore 18, si susseguiranno il giornalista e scrittore Luigi Guelpa, che presenterà il suo libro "Li chiamano anche Portieri"; David Duszinsky che racconterà la sua ultima idea, il divertente gioco "RisiGol" e Alessandro Belliere, instancabile "camminatore" di ben 91 anni. Dalle 21, ancora tante storie di sport con i giornalisti Andrea Capretti e Stefano Cecchi di Radio Sportiva e Leo Turrini, coautore di "Romanzo Inter". Sabato 13, l’ora dell’aperitivo sarà appannaggio del psicoantropologo Alessandro Norsa, che alle 18 affascinerà con i suoi racconti di cultura magica. La sera, tanta musica, prima con Clara Moroni, corista storica di Vasco Rossi dall’anima punk (ore 20.30) e con Enrico Ruggeri, che dalle ore 22 si racconterà in Musica e Parole accompagnato da Francesco Luppi al pianoforte. Domenica conferenza-concerto dedicata a Ottorino Respighi, che a Montese era solito villeggiare, in collaborazione con Fondazione Musica Insieme (ore 17, Chiesa di San Lorenzo). A seguire, lo scienziato e fisico Piero Martin stupirà il pubblico con le sue "Storie di errori memorabili". E infine Maria Pia Timo, che in Piazza IV Novembre coinvolgerà il pubblico con la sua comicità graffiante e spassosa (ore 21). "È stato il festival emotivamente più difficile da organizzare, ma Riccardo sarà sempre al nostro fianco – è il commento del direttore artistico Marco Lombardo -. Ringrazio Alessia Gualandi e tutta la Pro Loco per il grande lavoro in cui hanno messo professionalità e amore".