Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 mag 2022

Palio della Ghirlandina, vince Jacopo Vecchi

Aceto Balsamico tradizionale, quasi 400 i campioni che hanno partecipato al concorso promosso dall’Associazione Esperti Degustatori

16 mag 2022
Mario Gambigliani Zoccoli
Mario Gambigliani Zoccoli
Mario Gambigliani Zoccoli
Mario Gambigliani Zoccoli
Mario Gambigliani Zoccoli
Mario Gambigliani Zoccoli

Continuano a crescere passione e interesse per l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Tanti i segnali che confermano questa tendenza: spiccano l’incremento del 27% del prodotto Dop imbottigliato nel primo quadrimestre di quest’anno, l’aumento di turisti, in molti casi stranieri, che visitano le acetaie, l’esplosione di iscritti ai corsi per conduttori di acetaie e da ultimo la rinnovata presenza nelle case private di spazi destinati ad ospitare una ’tradizione familiare’. Cartina di tornasole di questo trend sempre più diffuso è anche la 17esima edizione del Palio della Ghirlandina, promosso dall’Associazione Esperti Degustatori di Abtm Dop, a cui hanno partecipato quasi 400 campioni di prodotto, numeri molto importanti tenuto conto anche del lungo periodo fortemente condizionato dalla pandemia.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stato a Jacopo Vecchi, ’figlio d’arte’ in quanto suo padre Paolo gestisce la nota azienda agricola Acetomodena di Cognento. A completare il podio sono stati, nell’ordine, Lauro Righetti e Mauro Rossi: per Righetti doppio riconoscimento in quanto è risultato vincitore anche del premio speciale ’Re della Tavola’, conferito in seguito a un’ulteriore sfida con abbinamenti gastronomici. Hanno chiuso la cinquina dei finalisti Gianluca Tagliavini, al quarto posto, e Patrizia Lazzaro. Nella recente cerimonia di premiazione, sono state consegnate in dono a tutti i conduttori di acetaia in ’nomination’ per il titolo alcune doghe di botte dipinte da appendere nella propria soffitta assieme alle proprie batterie: a consegnarle sono stati il presidente dell’Aed Mario Gambigliani Zoccoli ed il Vice Presidente Enrico Nasi.

Il concorso ha coinvolto anche gli studenti dell’Istituto Venturi’, che con entusiasmo hanno partecipato presentando i loro bozzetti per la realizzazione del manifesto. "Manifestazioni come queste - commenta Mario Gambigliani Zoccoli - ci permettono di tenere viva la tradizione balsamica familiare, creando anche dei ponti generazionali indispensabili per il mantenimento delle batterie e la conservazione della più tipica produzione gastronomica modenese. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop è un tratto distintivo del territorio e attrazione per i turisti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?