Luciano Pavarotti moriva il 6 settembre di undici anni fa. Anche quest’anno Modena lo ricorderà con tre eventi
Luciano Pavarotti moriva il 6 settembre di undici anni fa. Anche quest’anno Modena lo ricorderà con tre eventi

Modena, 30 agosto 2018 – A undici anni dalla scomparsa, Modena rende omaggio a Luciano Pavarotti con tre eventi al Teatro Comunale di Modena – il 5 e 6 settembre e il 12 ottobre – nel segno di Gioachino Rossini, di cui si celebra quest’anno il 150° anniversario della morte.

Tre serate, completamente gratuite, che permetteranno di immergersi nell’universo di Big Luciano con artisti di fama internazionale e giovani ‘allevati’ dallo stesso Pavarotti e la sua Fondazione. La distribuzione dei biglietti inizierà lunedì 3 settembre presso la biglietteria del Comunale (orari 10-14/16-19), ma sarà possibile provare ad accaparrarsi un posto anche martedì (10/19) e mercoledì e giovedì dalle 16 fino all’inizio del concerto. Il programma del trittico è stato presentato questa mattina dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli; la vedova del tenore Nicoletta Mantovani; il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Paolo Cavicchioli; il direttore del Teatro Comunale Aldo Sisillo; la presidente dell’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli Donatella Pieri.

Si inizia il 5 settembre con l’esecuzione dello Stabat Mater di Rossini, per soli, coro a quattro voci miste e orchestra. Il giorno successivo – 6 settembre, undicesimo anniversario della sua scomparsa - toccherà al compositore e pianista Stefano Bollani rendere omaggio a uno dei più grandi tenori di tutti i tempi con una serie di fantasie musicali ispirate all’opera lirica, alla canzone tradizionale e a quella napoletana, già parte del repertorio di Pavarotti.

Infine il 12 ottobre sarà la volta di quattro allievi dei corsi tenuti da Mirella Freni e Raina Kabaivanska nell’ambito del progetto Modena città del Belcanto: Marily Santoro (soprano), Evgeniya Chislova (mezzosoprano), Reynaldo Droz (tenore), Alex Martini (baritono). Saranno accompagnati dall’Orchestra Giovanile della via Emilia diretta da Giovanni Di Stefano.