Non era la prima volta che l'uomo picchiava la sorella
Non era la prima volta che l'uomo picchiava la sorella

Sassuolo (Modena), 23 agosto 2019 – La ragazza correva in strada, scalza, urlando e piangendo con un neonato in braccio. E sono stati tanti i sassolesi che hanno chiamato i carabinieri perché andassero a salvare quella ragazza disperata.

Quando i militari sono arrivati hanno un uomo marocchino di 32 anni per maltrattamenti in famiglia ai danni della sorella di 27 anni.
 Lei, trovata ancora piangente in strada, ha raccontato ai militari di essere stata poco prima schiaffeggiata dal fratello convivente. La donna ha aggiunto che, impaurita dall'atteggiamento violento dell'uomo, aveva preso il proprio bambino, neonato, uscendo velocemente da casa con l'uomo che la inseguiva.

Il 32enne, visibilmente ubriaco, alla presenza dei militari ha proseguito nel suo atteggiamento minacciando ripetutamente la sorella. In caserma, quindi, la donna ha denunciato non solo le percosse subite in questa ultima circostanza, ma ha raccontato ai militari che in altre numerose occasioni era stata minacciata e picchiata dal fratello. Oltre alla denuncia, all'uomo è sttao anche imposta la misura dell'allontanamento d'urgenza dalla casa familiare, immediatamente eseguita dai carabinieri, previa comunicazione con il pm di turno.