Modena, 3 febbraio 2019 -  Rimane chiuso per motivi precauzionali legati al maltempo il ponte vecchio di Navicello, sul Panaro, tra Modena e Nonantola. Mentre sul Secchia rimane chiuso il ponte Motta, sulla provinciale 468, a Cavezzo.

PANARO_36697924_140752

Riaperti invece da questa mattina il ponte Alto a Modena e quello dell’Uccellino tra Modena e Soliera. Entrambi i ponti sul fiume Secchia erano stati chiusi sabato mattina per la piena che ha attraversato il territorio comunale. Riaperta nella serata di ieri anche via Emilia est, dopo che il Panaro era rientrato nei livelli di guardia. Riaperto anche il ponte di via Curtatona, sul Tiepido, dopo la pulizia della strada. Sono in corso i lavori di pulizia della strada con l’idropulitrice.

image

Intanto summit questa mattina al centro unificato di protezione civile di Marzaglia. Il governatore della Regione Stefano Bonaccini  ha incontrato i vertici della protezione civile, il sindaco di Modena e le autorità per fare il punto sulla situazione fiumi nel Modenese. "La fase emergenziale è quasi superata, non rileviamo gravi danni - ha detto Bonaccini - Ciò dimostra che gli interventi fatti in questi ultimi anni stanno funzionando davvero, anche se la messa in sicurezza del territorio non è ancora stata completata. Abbiamo deciso di fare manutenzione in alcune arginature intaccate ieri dalla piena per ripristinare quello che è stato un po’ danneggiato".

Gli argini di Panaro e Tiepido, infatti, con la piena di ieri hanno subito danni e vanno ripristinati. Bonaccini ha annunciato di aver chiesto lo stato di emergenza al capo della protezione civile nazionale. " Aspettiamo il nuovo piano di finanziamento dal governo per il dissesto idrogeologico, ho già chiesto al ministro costa di firmare un piano almeno triennale", ha aggiunto. 

La situazione nel Bolognese Argelato sott'acqua. Danni ingenti nelle campagne