Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Ponte della Fola, massi cadono sul percorso

Riolunato, fortunatamente in quel momento non passava nessuno. Il sindaco Contri: "Metteremo in sicurezza il tratto pedonale"

20 mag 2022
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti
Il pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago danneggiato dai massi caduti

La notte scorsa alcuni massi sono caduti sul pedonale del medievale ponte della Fola vicino a Pievepelago (ma amministrativamente in un tratto già del limitrofo comune di Riolunato). I massi hanno rotto alcune piante e provocato la rottura del parapetto, fermandosi sul greto del fiume. Il Comune di Riolunato ieri mattina ha subito adottato un provvedimento di chiusura al transito, valido sino all’accertamento della situazione di pericolo. Visto l’orario non vi è stato rischio per le persone ma il fatto ieri ha destato vari commenti e preoccupazioni sui social, nonostante la ‘caduta massi’ sia purtroppo frequente su strade e sentieri appenninici. D’altra parte si tratta di un percorso tra i più apprezzati in zona, di facile utilizzo, che parte dall’antico ponte e costeggia il torrente Scoltenna sino al capoluogo, dove tutti i giorni transitano tante persone a piedi e in bici facendone uno dei luoghi più frequentati per le passeggiate ambientali. Già tre anni fa a maggio ed a settembre vi furono cadute di massi sul pedonale, in un caso con rischi per un passante. Il Parco del Frignano ad inizio estate 2019 aveva fatto verificare da personale specializzato la stabilità delle rocce sovrastanti, senza rilievi di pericolo. Ma la stabilità delle rocce sui dirupi in Appennino varia spesso. In questi giorni vi è un gran caldo, e il fresco notturno potrebbe influirne sulla stabilità dopo le scorse forti piogge. Così come non si esclude che il passaggio di cinghiali a monte destabilizzi alcune pietre. Ora ci si chiede cosa fare per mettere in sicurezza questa bella passeggiata. Tra le ipotesi, reti di protezione caduta massi oppure un tratto di pedonale coperto da paramassi (un semi-tunnel), il tutto dopo appositi sopralluoghi di esperti rocciatori.

"Dobbiamo mettere il più possibile in sicurezza questo percorso -assicurava ieri la sindaca di Riolunato Daniela Contri- valutando i più opportuni tipi di intervento da realizzare. Certo, in questo memento di difficoltà economiche generali, andranno valutati bene anche i costi da sostenere. Importante sarà la collaborazione tra i due comuni interessati dal percorso (Riolunato e Pievepelago) e l’Ente Parchi Emilia Centrale che lo realizzò". Il pedonale prende il nome dal limitrofo medioevale ponte della Fola, uno dei simboli della montagna modenese, già citato nel 1028 come collegamento fondamentale dell’Appennino. Sui social, moltissimo commenti. Ad esempio Tommaso: "Purtroppo tale splendida passeggiata è soggetta a tale problematica, in egual modo sulla strada da Riolunato al bivio di Strettara vi sono massi friabili. Speriamo che al più presto si possa sistemare il tutto". Ieri anche il cedimento di un muro di sostegno della strada provinciale 324 ‘del Passo delle Radici’ in località Roncoscaglia di Sestola: la Provincia ha istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico.

g.p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?