E’ DA SEMPRE il test di ammissione col maggior affollamento di studenti tra le tante prove che si sostengono ogni anno a Unimore per accedere ai corsi a numero chiuso. Quest’anno sono 1.314 i candidati attesi a Modena per contendersi l’ammissione ad uno dei 12 corsi di laurea triennali nell’ambito delle Professioni Sanitarie (Dietistica, Fisioterapia, Infermieristica, Infermieristica, Logopedia, Ostetricia, Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, Tecniche di Laboratorio Biomedico, Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare, Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia,...

E’ DA SEMPRE il test di ammissione col maggior affollamento di studenti tra le tante prove che si sostengono ogni anno a Unimore per accedere ai corsi a numero chiuso. Quest’anno sono 1.314 i candidati attesi a Modena per contendersi l’ammissione ad uno dei 12 corsi di laurea triennali nell’ambito delle Professioni Sanitarie (Dietistica, Fisioterapia, Infermieristica, Infermieristica, Logopedia, Ostetricia, Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, Tecniche di Laboratorio Biomedico, Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare, Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, Igiene Dentale e Terapia Occupazionale), organizzati dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

IN PALIO ci sono 463 posti, 38 dei quali riservati a studenti stranieri residenti in Paesi extra UE.

Il numero dei candidati è sostanzialmente in linea col numero di domande che si sono avute l’anno scorso (1.309) ed è molto superiore alle reali disponibilità, ciò anche in conseguenza dei lusinghieri giudizi che il Censis ha attribuito anche nel 2019 ai corsi in Professioni Sanitarie di Unimore, assegnandogli la prima posizione in Italia per quanto riguarda il podio della qualità didattica dei corsi in questo ambito disciplinare.

L’elevato indice di affollamento (2,8 candidati per ogni posto disponibile) renderà particolarmente selettiva la prova, soprattutto osservando i dati relativi alle prime scelte compiute dalle aspiranti matricole (ognuna in sede di domanda di ammissione poteva indicare 3 opzioni in ordine di preferenza), che la rende molto accesa soprattutto per assicurarsi l’ingresso nel corso di laurea in Fisioterapia, dove l’indice di affollamento arriva a oltre 12 candidati per ogni posto. Ma, sarà ugualmente dura anche per Dietistica con otto aspiranti a contendersi ognuno dei posti disponibili, per Logopedia con quasi 7 candidati per ogni posto disponibile, per Ostetricia con più di cinque e Igiene Dentale anche questo corso con oltre cinque candidati per posto.

La prova di ammissione, che sarà contemporanea su tutto il territorio nazionale, si svolgerà domani, con i candidati convocati tassativamente per le 8,30 al Centro Servizi Didattici della Facoltà di Medicina per cominciare le operazioni di accreditamento nelle aule. E a questo proposito si avvertono i candidati che non possono portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie e, soprattutto, telefoni cellulari. Necessario, invece, un documento di identità regolarmente valido.

IL TEST DA AFFRONTARE, consisterà in un questionario di 60 quesiti a risposta multipla (di cui una sola esatta rispetto alle cinque indicate). Le materie oggetto del test, per il quale gli studenti hanno a disposizione 100 minuti, variano dalla Biologia (18 quesiti), alla Chimica (12 quesiti), alla Fisica e Matematica (8 quesiti), alla Cultura Generale (12 quesiti) e al Ragionamento logico (10 quesiti). L’inizio della prova è alle 11 e si concluderà intorno alle 12,40. Nessun candidato potrà lasciare l’aula fino al termine del concorso. Oltre 130 persone mobilitate per i controlli nelle 12 aule utilizzate