Gian Domenico Tomei
Gian Domenico Tomei

Modena, 5 dicembre 2018 - È stato pubblicato il bando di gara della Provincia per l’appalto del prolungamento della Pedemontana nel tratto tra via S.Eusebio a Spilamberto e la strada provinciale 17 a Castelvetro.

L’importo complessivo dei lavori è di quasi cinque milioni e saranno aggiudicati con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa che tiene conto di diversi parametri, anche qualitativi, quindi non solo finanziari, nel giudicare le proposte presentate dalle ditte.

E sempre in questi giorni la Provincia pubblica i bandi di gara anche per i lavori per la sicurezza stradale in un tratto della strada provinciale 623 tra Modena e Spilamberto e dei lavori di miglioramento sismico dell’istituto Barozzi di Modena Complessivamente saranno appaltati lavori per oltre nove milioni e 200 mila di euro.

«Stiamo accelerando sugli interventi infrastrutturali - commenta Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia di Modena - che sono fondamentali per migliorare la competitività del territorio. Il completamento della Pedemontana rappresenta un obiettivo strategico, insieme alla Cispadana e alla bretella Campogalliano-Sassuolo, che si collega con gli interventi sul versante bolognese. Questi interventi - precisa Tomei - sono tutti finanziati con risorse soprattutto provenienti da altri enti, in questo caso in gran parte dalla Regione, con la Provincia che si è assunta con responsabilità l’impegno a progettare e realizzare opere così importanti».

Il tratto della Pedemontana in appalto è lungo quasi due chilometri; il costo complessivo dell’opera, tenendo conto delle risorse già utilizzate per progetti e acquisizione delle aree, è di oltre nove milioni di euro di cui un milione della Provincia.

Dal punto di vista progettuale, il problema dell’incrocio con via Belvedere è stato risolto con una rotatoria con sottovia ciclopedonale che, oltre a essere meno impattante, garantisce un migliore accesso alla Pedemontana, soprattutto da parte delle attività produttive della zona.

La carreggiata sarà a due corsie con banchine laterali per una larghezza di 10,50 metri; previsti un ponte sul torrente Guerro, lungo quasi 40 metri e largo 11,20 metri, una rotatoria sulla provinciale 17 con un diametro di 53 metri e due sottopassi agricoli.

I lavori partiranno entro la metà del 2019, una volta completate le procedure di gara, per terminare nella primavera del 2021.

Per completare i restanti tre chilometri (dalla sp 17 a via Montanara), finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 (costo 12 milioni di euro) sono in corso i lavori di progettazione e si stanno avviando le procedure per l’acquisizione delle aree.

Già realizzati dalla Provincia i tratti tra il confine con Bologna e S.Eusebio e da Pozza di Maranello a via Montanara