Pubblica Assistenza, 11mila servizi ’Lezioni’ a scuola: servono volontari

Vignola, Stefano Barbieri riconfermato presidente: "Iscritti in calo, da settembre incontri alle superiori"

Pubblica Assistenza, 11mila servizi  ’Lezioni’ a scuola: servono volontari

Pubblica Assistenza, 11mila servizi ’Lezioni’ a scuola: servono volontari

Da venerdì, la Pubblica Assistenza di Vignola ha un nuovo consiglio direttivo. Presidente è stato riconfermato Stefano Barbieri, che ricopre questa carica dal 2009 e continuerà quindi a rivestirla fino al 2027. Vicepresidente è Franco Roli, segretario Lorenzo Della Casa, economo Davide Toschi, responsabile dei servizi Erik Scotese, viceresponsabile dei servizi Elia Puglia, direttore tecnico Davide Damiani, responsabile della gestione volontari e dipendenti Francesca Basile, responsabile progetto scuole Domenico Marchi, responsabile formazione Stefano Trenti, gruppo immagine Simone Montanari e direttore sanitario Alessandro Misley. Il rinnovo del consiglio ha offerto l’occasione al riconfermato presidente Barbieri di fare il punto della situazione sullo stato di salute di questa realtà, che svolge il suo servizio di norma sui comuni di Vignola, Spilamberto, Savignano, Marano e Castelvetro, e talvolta si allarga su Castelnuovo e San Cesario. "Ringrazio innanzitutto i volontari – dichiara Barbieri – per il prezioso lavoro che svolgono ogni giorno gratuitamente al servizio della comunità locale. Sono davvero grato a tutti per la fiducia e la stima che ancora una volta mi hanno dimostrato. Altresì, sono orgoglioso di rappresentare una simile associazione". Barbieri entra poi nei dettagli e spiega: "Oggi sono circa 300 i volontari che fanno parte della Pubblica Assistenza. Il numero è in calo rispetto a qualche anno fa, soprattutto rispetto al periodo pre-covid, quando eravamo 350. Dall’altra parte, invece, le richieste di servizi sono in costante aumento. Lo si vede anche dal servizio civile volontario, che potrebbe essere svolto presso la Pubblica Assistenza: quest’anno i posti disponibili erano 10, ma solo in 6 hanno aderito. Dal prossimo anno scolastico, per cercare di sensibilizzare la partecipazione dei giovani, andremo a spiegare la nostra attività nelle scuole superiori. E’ un’attività fortemente educativa e formativa, la nostra, perché chi sceglie di fare il volontario deve frequentare un corso di formazione in cui impara diverse nozioni salva-vita. Inoltre, svolge appunto un importante ruolo nei confronti della società e del prossimo". Sempre Barbieri ha fornito altri numeri sulla Pubblica Assistenza. "Negli ultimi anni siamo arrivati a svolgere oltre 11.500 servizi l’anno, un’enormità se si pensa a un’attività che è appunto basata sul volontariato. Per questo, necessitiamo che sempre più aziende e privati ci aiutino e si sostengano. Insomma, per rispolverare uno slogan che utilizziamo spesso nelle occasioni pubbliche, ’aiutateci ad aiutarvi’. Nell’ultimo anno, ci siamo dotati anche di 3 unità cinofile per cercare persone disperse. Abbiamo 15 mezzi tra ambulanze, pulmini e vetture per effettuare i nostri servizi (emergenza urgenza, trasporti sociali, Protezione civile) e per un mese e mezzo ci siamo alternati anche con diverse squadre in Romagna. Eravamo in particolare a Modigliana (Forlì-Cesena), dove è venuto in visita anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nell’occasione, abbiamo donato al Presidente anche una giacca della Pubblica Assistenza Vignola".

Marco Pederzoli