Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Querelle storica sulle origini dell’Oronero

Giorgio Giusti in un libro certifica la nascita del Balsamico nel Modenese. Ma Sgarbi: "Prime tracce alla corte Estense di Ferrara"

stefano marchetti
Cronaca

di Stefano Marchetti Ma davvero in quella gelida notte di fine gennaio del 1598, quando Cesare d’Este abbandonò Ferrara per trasferirsi a Modena, la nuova capitale del ducato, sui suoi carri c’erano anche alcune botticelle di aceto balsamico? Il prelibatissimo nettare sarebbe dunque ‘nato’ a Ferrara? "Assolutamente no. Quello che gli Estensi conoscevano a Ferrara poteva essere un buon aceto di vino, aromatizzato o meno, con o senza mosto, ma l’aceto balsamico lo trovarono soltanto all’arrivo a Modena: anche perché non si poteva produrre che qui", sostiene convinto l’avvocato Giorgio Giusti, appassionato collezionista non solo di arte, ma anche di storie e di storia. Eppure – guardando la stessa vicenda da Ferrara – Vittorio Sgarbi, con il consueto piglio (e il gusto della provocazione), la pensa diversamente: "Non è difficile immaginare che sulle carrozze del duca ci fossero anche preziose botti di buon aceto invecchiato – ribatte –. E non c’è dubbio che tra i piaceri sofisticati di Marfisa d’Este (che si fermò spavaldamente a Ferrara anche dopo la devoluzione dello Stato Estense) dovesse esserci una riserva di aceto balsamico per il quale era stato predisposto il grande loggiato degli aranci nel giardino della palazzina". Allora, qual è la terra d’origine dell’aceto balsamico? Modena? Ferrara? O magari Canossa, terra della mitica contessa Matilde? La querelle non è nuova, ma riemerge con forza e simpatia grazie a "Oronero", il bel libro curato da Giorgio Giusti e pubblicato dalla Galleria Mazzoli. Con scrupolo di ricercatore e precisione da Perry Mason, l’autore ci accompagna in "una storia, un viaggio, un labirinto", come recita il sottotitolo. Giusti ha studiato carte, documenti, testimonianze e ci offre un’indagine puntigliosa (e perfino intrigante) per dimostrare come il balsamico non possa che essere e dirsi modenese. Una ‘prova’ su tutte? "Certamente il clima che a Ferrara è ben diverso ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?