I carabinieri
I carabinieri

Modena, 12 ottobre 2018 - Un'escalation di violenza che preoccupa. Una commerciante è stata aggredita praticamente in mezzo alla strada, davanti ad alcuni automobilisti di passaggio qualche minuto dopo aver chiuso l’attività. E ieri il suo sguardo trasmetteva ancora il terrore vissuto in quegli attimi di pura criminalità. L’episodio risale a lunedì sera. Vittima la titolare della tabaccheria di via Fratelli Rosselli; una donna di 55 anni che ora indossa il collarino dopo i colpi inferti dal delinquente. Sul suo volto sono ben visibili i segni delle percosse ma la vittima ha preferito non commentare quanto le è capitato.

La commerciante, lunedì sera, aveva da poco abbassato la serranda dell’esercizio commerciale e, con sè, aveva il borsello contenente l’incasso della giornata.

Non è chiaro se il malvivente, poco prima, fosse entrato nel negozio per tenerla d’occhio. Quel che è certo è che, all’uscita dalla tabaccheria, la 55enne è stata seguita dal balordo. Infatti la commerciante si è diretta a piedi da via Fratelli Rosselli a via Cividale, dove aveva parcheggiato l’auto. Poco distante, nei pressi dei bidoni della spazzatura, è apparso all’improvviso quel giovane. Il ragazzo si è avventato addosso alla vittima tentando di strapparle il borsello a tracolla. Sapeva, evidentemente, il rapinatore che all’interno era custodito l’incasso della giornata, qualche migliaio d’euro.

La commerciante, però, non ha mollato la presa ed ha tentato di opporre resistenza al malvivente, iniziando a gridare.

Nonostante la presenza, in prima serata, di diversi automobilisti il ragazzo ha prima strattonato la sua vittima per poi cominciare a colpirla alla testa. Uno, due, tre pugni nel tentativo di farle lasciare il borsello.

La commerciante è caduta a terra sotto choc, ma è riuscita a ‘proteggere’ il denaro. Il ragazzo si è visto costretto invece a dileguarsi poichè le grida della vittima, dolorante e riversa a terra, avevano già attirato l’attenzione anche di altri commercianti della zona e di passanti. «Era spaventatissima», ha commentato ieri la barista. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri che, raccolta la testimonianza della vittima, si sono subito posti alla ricerca del delinquente. Non si esclude che i militari ora passino al vaglio anche i filmati delle telecamere della zona per individuare il violento rapinatore che, nel frattempo, si è dileguato nelle vie limitrofe facendo perdere le proprie tracce. Sul posto è arrivata anche l’ambulanza del 118 che ha poi soccorso la vittima, sotto choc, trasportandola a Baggiovara per le cure del caso.

Solo mercoledì pomeriggio un’anziana è stata aggredita da uno scippatore in bicicletta mentre passeggiava in via Giacomo Leopardi.

L’uomo le è arrivato velocemente alle spalle e, con mossa fulminea, ha tentato di strapparle dal collo la catenina. La pensionata ha cercato di difendersi e il delinquente l’ha trascinata per qualche metro, facendola cadere rovinosamente a terra per poi dileguarsi nelle strade vicine. L’anziana è stata poi trasportata all’ospedale, dove le sono state riscontrate diverse lesioni. La pensionata, 78 anni, è stata ricoverata a causa della frattura all’anca ed altre sospette fratture al femore e alla spalla.