Niente via Gallucci per Matteo Salvini. Il leader della Lega, ieri, ha pubblicato su Facebook il programma della visita modenese di oggi: al posto del comizio nella storica strada della movida è stato inserito un incontro a Carpi, nella sede dell’azienda tessile Twinset (via del Commercio 32). Confermata, invece, la cena con i sostenitori nel locale ‘212’ del capoluogo, in via Galilei 212. Perché questa scelta? Fonti del Carroccio fanno sapere che l’ex ministro avrebbe chiesto di imperniare la sua visita sul mondo delle imprese, uno dei temi forti di questa campagna elettorale. Da qui l’idea di visitare una...

Niente via Gallucci per Matteo Salvini. Il leader della Lega, ieri, ha pubblicato su Facebook il programma della visita modenese di oggi: al posto del comizio nella storica strada della movida è stato inserito un incontro a Carpi, nella sede dell’azienda tessile Twinset (via del Commercio 32). Confermata, invece, la cena con i sostenitori nel locale ‘212’ del capoluogo, in via Galilei 212.

Perché questa scelta? Fonti del Carroccio fanno sapere che l’ex ministro avrebbe chiesto di imperniare la sua visita sul mondo delle imprese, uno dei temi forti di questa campagna elettorale. Da qui l’idea di visitare una firma simbolo del distretto tessile carpigiano. C’è chi dice, però, che l’annunciata presenza di migliaia di ‘sardine’ in piazza pronte a contestare il leghista e l’incognita centri sociali – non è chiaro se stiano lavorando a una loro corteo – abbiano avuto un ruolo in questo cambio di rotta. Terza possibilità: sarebbe stato il meteo – oggi è prevista, guarda caso, pioggia – a far propendere lo staff verde per una soluzione ‘indoor’.

Quale che sia il motivo, un pomeriggio che si annunciava caldissimo potrebbe rivelarsi, al massimo, tiepido. Inizialmente sembrava che, sotto lo stesso ‘cielo’, dovessero convivere le ‘sardine’, Salvini e il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che cenerà in Accademia. Dei tre eventi, solo il primo e l’ultimo hanno trovato conferma mentre Salvini, come detto non ci sarà. Le ‘sardine’, anche ieri, hanno continuato il loro tam tam su Facebook chiedendo ai tanti potenziali partecipanti di non farsi spaventare dall’acquazzone: «Siate creativi, siate molti e siate felici nonostante la pioggia». L’impressione è che in piazza andranno davvero in tanti, almeno stando ai ‘rimpalli’ dell’iniziativa sui social network.

Sempre sul fronte regionali, intanto, non si placa la polemica a Pievepelago di cui abbiamo dato conto due giorni fa su queste pagine. Breve riepilogo: la Lega sostiene che il sindaco (Pd) stia impedendo al Carroccio di organizzare un evento in paese. Oggi mette altra legna sul fuoco il senatore leghista Stefano Corti: «A Pievepelago – scrive – l’amministrazione si è messa di traverso pur di non accogliere un evento con Matteo Salvini. Parliamo di una iniziativa con almeno duemila persone ma per il sindaco il nuovo palasport non può essere messo a disposizione. Terreno off limite per Salvini. Difficile non vedere in questa scelta solo un becero tentativo di ostruzionismo politico – dice Corti – In caso contrario qualcuno potrebbe ipotizzare che nel palasport vi sia qualcosa non a norma. Noi della Lega comunque non ci scoraggiamo, siamo ben consapevoli di avere oggi la maggioranza assoluta dei consensi dei residenti della montagna e se non avremo il permesso di usare il nuovo palasport da parte del sindaco e della sinistra ci accontenteremo della prospiciente palestra sebbene molto meno capiente. La presenza di Matteo Salvini è confermata, aspettiamo solo a giorni la data ufficiale, magari sarà anche l’occasione di inaugurare insieme la stagione invernale sulle piste da sci», chiude il senatore.

d. m.