Soccorso in seggiovia, ma è una simulazione

Montecreto, Il nuovo impianto di Stellaro è stato oggetto di un’esercitazione con quaranta figuranti, evacuati dopo un finto guasto

Soccorso in seggiovia, ma è una simulazione

Soccorso in seggiovia, ma è una simulazione

É scattato l’allarme verso le 10 di ieri mattina sul versante nord del Monte Cimone. La nuova seggiovia Stellaro di Montecreto, con 40 persone a bordo, è bloccata a una quota alta, ha subito un guasto. Il freddo è pungente lassù. Tre squadre del soccorso alpino del Cimone arrivano sul posto, imbragano i passeggeri e in meno di due ore li ‘scaricano’ a terra. Siamo di fronte a una simulazione, non c’è stato nessun guasto nella seggiovia, ma si è trattato di un importante momento richiesto dalla procedura di collaudo dell’impianto di risalita che aspetta da alcuni mesi il taglio del nastro, iniziato mercoledì e che terminerà oggi. Un mese fa l’infrastruttura era stata sottoposta al pre-collaudo, andato bene, mentre oggi è entrata nel vivo la parte ufficiale con la presenza di funzionari del ministero dei Trasporti e dell’Anfisa, agenzia preposta ad autorizzarne l’apertura. I 40 passeggeri erano tutti volontari, e fra loro il sindaco che vestiva scarponi e una spessa giacca a vento, che hanno risposto alla richiesta de giorni scorsi di ricerca "persone maggiorenni, in buona salute e disponibili a provare l’esperienza". "Gran parte di queste persone è venuta da fuori zona, anche da Modena – racconta il sindaco Leandro Bonucchi –. Un grazie grande a loro e ai volontari del Soccorso alpino che hanno dimostrato ancora una volta di svolgere un servizio fondamentale". Alla fine della prova si sono rifocillati un poco al residence Margherita e al bar sala giochi. La nuova seggiovia Stellaro riveste grande importanza per il territorio di Montecreto, perché il paese è così collegato in modo stabile agli oltre 50 chilometri di piste del Comprensorio Cimone. "Oggi è una giornata importante – commenta il sindaco –. Se il collaudo andrà a buon fine, si può parlare di un evento epocale per la stazione di Montecreto, che può significare una svolta. La gestione dei nostri impianti è stata chiesta al Consorzio Cimone Sci che si è reso disponibile mettendo il personale, purtroppo oggi difficile da reperire. Lancio un appello: stiamo cercando persone per fare un’esperienza lavorativa stagionale qui da noi".

Walter Bellisi