Sushi (foto di repertorio)
Sushi (foto di repertorio)

Modena, 13 novembre 2018 - Dodici persone colpite da un’intossicazione acuta da alimenti, due di queste ricoverate in osservazione all’ospedale di Baggiovara. Una serata terminata nel peggiore dei modi per una comitiva di dodici amici, tutti giovani, molti dei quali minorenni, che una sera del fine settimana appena trascorso hanno cenato in un noto ristorante ‘asiatico fusion’ del centro storico della nostra città.

LEGGI ANCHE L'AGGIORNAMENTO "Il sushi è stato mal conservato"

Doveva essere la classica serata in allegria tra amici, gustando le specialità etniche popolarissime ormai da anni soprattutto tra i giovanissimi, ma si è trasformata in un vero e proprio incubo. Il gruppo di amici, infatti terminata la cena, è uscito dal locale continuando la serata. Sul momento nulla faceva presagire quello che sarebbe accaduto dopo diverse ore quando la situazione ha preso tutt’altra piega. Tutti i ‘commensali’ hanno cominciato ad accusare un forte malessere, nausea accompagnata da debolezza, poi i sintomi più violenti come vomito e dissenteria continuati; la classica reazione ad una intossicazione, appunto, di tipo alimentare.

Sintomi avvertiti da tutto il gruppo di amici, circostanza questa che lasciava pochi dubbi sul fatto che l’origine dovesse essere ricondotta alla cena consumata all’interno del ristorante.  Al momento non è chiaro quale sia stato di preciso il cibo consumato, se si sia cioè trattato di pesce crudo, il popolarissimo sushi o sashimi, o di cibi sottoposti invece a cottura, fatto sta che i ragazzi hanno cominciato a sentirsi male.

Due di di loro, due giovani di 16 e 17 anni, italiani, ieri mattina poco prima dell’alba, vedendo che i sintomi invece che attenuarsi con il passare delle ore peggioravano, hanno deciso di rivolgersi al pronto soccorso. Arrivati all’ospedale di Baggiovara intorno alle 6 di ieri mattina sono stati subito trattati per attenuare i sintomi, ma il personale sanitario ha deciso di trattenerli in osservazione. I medici vogliono assicurarsi che passi la fase acuta dell’intossicazione e nel frattempo hanno effettuato tutti gli esami sui pazienti per capire l’origine dell’intossicazione. Il personale dell’ospedale, come da prassi, ha avvisato subito l’ufficio di igiene pubblica dell’Ausl che ora metterà in atto le verifiche di legge presso il ristorante al fine di rintracciare l’alimento incriminato.