I tamponi avranno un prezzo agevolato di 58 euro
I tamponi avranno un prezzo agevolato di 58 euro

Modena 26 luglio 2021 - I modenesi che hanno già ricevuto almeno una dose di vaccino sono complessivamente più di 738mila (oltre 400mila prime dosi più di 300 le seconde), ma chi non rientra in questa categoria dal 6 agosto, per poter accedere ai locali al chiuso o per partecipare a aventi e manifestazioni avrà bisogno di un tampone ogni volta. Per questo l’azienda Ausl ha deciso di aprire tutti i suoi drive through – quelli, per intenderci, dove si accede in auto – anche alle ’prestazioni private’, quindi a pagamento. Tra qualche giorno sarà possibile eseguire, su prenotazione e a tariffa agevolata di 58 euro, il tampone molecolare per viaggi di lavoro, vacanze (verificare sempre le disposizioni adottate dal Paese in cui si intende viaggiare) o altre necessità non legate a motivi di sanità pubblica. Le prenotazioni per i tamponi in libera professione si apriranno oggi.

Variante Delta: i sintomi nei vaccinati. Chi colpisce e come curarla - Vaccini under 12, la pediatra: "Effetti futuri? Improbabili. Nessun timore per i bimbi" 

«Nell’ultimo mese, le richieste di effettuazione di tamponi legati a necessità di spostamento per turismo, lavoro o ammissione a manifestazioni di vario genere, sono sempre più numerose: con questa nuova modalità, che inizialmente prevede 80 posti disponibili quotidianamente allo scopo di tarare il sistema, l’Azienda Usl di Modena intende andare incontro alle esigenze dei cittadini – si legge in una nota – proponendo un ulteriore canale che, aggiungendosi agli altri già disponibili, potrà contribuire a soddisfare la crescente domanda".

Covid Rimini: cinquantenne in terapia intensiva - L'epidemiologo Ciccozzi: "Un anno fa 300 contagi, oggi 5mila. Ma il quadro è migliore"

Il percorso in libera professione non sostituisce quello dei tamponi di fine isolamento e quarantena, che viene invece disposto e programmato dal Dipartimento di Sanità Pubblica, per il rientro dall’estero e per gli accertamenti diagnostici in caso di sintomatologia sospetta per Covid-19, questi ultimi richiesti da sanità pubblica e medici di medicina generale. Il canale relativo ai tamponi in libera professione è dunque separato rispetto al flusso di test effettuati per esigenze di tracciamento e sorveglianza, che continuerà ovviamente a essere garantito, anche questo in incremento a causa dell’aumento delle nuove positività riscontrato nelle ultime settimane. Intanto prosegue la corsa alla vaccinazione che, dopo l’annuncio del premier Draghi, ha visto una vera e propria impennata di prenotazioni, soprattutto da parte dei giovani under 25, la fascia di età che si muove di più (soprattutto in estate) e ha una vita più attiva. Ma sabato anche coloro che protestano contro il Green pass obbligatorio si sono fatti sentire e sono scensi in piazza per protestare e chiedere il rispetto della "libertà individuale".