Già da tempo impegnata sul tema della sostenibilità ambientale, tanto da essere diventata società benefit, ovvero una delle aziende che, modificando il proprio statuto, hanno abbracciato proattivamente i principi di eco-sostenibilità, Terratinta Group prosegue nel suo percorso di eccellenza. E punta alla certificazione B Corp, un attestato diffuso in 71 Paesi e che copre 150 settori, segno della forte volontà di sviluppare un concetto di business evoluto, andando...

Già da tempo impegnata sul tema della sostenibilità ambientale, tanto da essere diventata società benefit, ovvero una delle aziende che, modificando il proprio statuto, hanno abbracciato proattivamente i principi di eco-sostenibilità, Terratinta Group prosegue nel suo percorso di eccellenza. E punta alla certificazione B Corp, un attestato diffuso in 71 Paesi e che copre 150 settori, segno della forte volontà di sviluppare un concetto di business evoluto, andando oltre il profitto mediante l’innovazione, con l’obiettivo di migliorare la comunità, l’ambiente e i rapporti con dipendenti e stakeholder: va in questa direzione l’azione promossa ieri mattina, che ha visto alcuni dipendenti impegnati nella pulizia del verde cittadino all’interno del territorio comunale, in orario di lavoro e su base volontaria. In particolare ben 5 lavoratori (Catia Cavani, Silvia Aldini, Alessandro Carnovali, Arianna Bonaccorsi, John Casciari), dalle 8.30 alle 12.30, si sono resi disponibili e hanno raccolto foglie, erbacce, piccoli rifiuti, e disinfettato i giochi presenti, presso il parco di via Deledda: Terratinta Group ha fornito i DPI necessari, stracci e sacchi neri per lo smaltimento delle foglie, mentre tecnici comunali hanno fornito le opportune indicazioni ai volontari. Tra i volontari c’era anche il titolare dell’azienda, Luca Migliorini, che ha spiegato come "attraverso un piccolissimo sforzo penso si possano ottenere grandi risultati in favore dell’ambiente. Ogni azienda – ha aggiunto Migliorini – dovrebbe cominciare a impegnarsi in questo senso: curare il territorio in cui viviamo è salutare per noi stessi e per i nostri figli. L’azienda ha aperto e lavorato regolarmente, dando però al contempo un contributo tangibile alla cura ambientale". L’auspicio di Migliorini è che anche altre aziende – e a Fiorano non mancano quelle ‘illuminate’ – possano porre in essere iniziative analoghe, cui plaude anche l’Amministrazione Comunale. "Ringrazio Terratinta Group e – ha detto l’assessore Monica Lusetti – mi accodo all’auspicio di Luca Migliorini". Le operazioni di pulizia del parco di via Deledda, tuttavia, sono solo la punta dell’iceberg: Terratinta ha avviato già dal 2019 la svolta ecologica verso la drastica riduzione dell’impatto ambientale delle produzioni, utilizzando solamente energia elettrica e gas 100% green.

Stefano Fogliani