Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 mag 2022

Terremoto Modena 2012 Haemotronic: ok al maxi risarcimento da un milione e mezzo

Il tribunale riconosce la responsabilità dell’azienda di Medolla: dovrà pagare un milione e mezzo ai parenti di due vittime

19 mag 2022
valentina reggiani
Cronaca
Terremoto 2012 Aemotronic
Il terremoto 2012 alla Haemotronic
Terremoto 2012 Aemotronic
Il terremoto 2012 alla Haemotronic

Modena, 19 maggio 2022 - La Haemotronic di Medolla è civilmente responsabile delle morti di Biagio Santucci e Giordano Visconti, due dei quattro operai, rispettivamente di 24 e 33 anni, deceduti il 29 maggio del 2012 sotto le macerie del capannone dell’azienda, crollato dopo la fortissima scossa di terremoto delle nove del mattino. Terremoto, 10 anni dopo: il nostro longoform Quanto in molti, durante quei tragici giorni, andavano ripetendo nella Bassa, ovvero "quei ragazzi tornarono al lavoro troppo presto", da martedì è scritto nero su bianco, fra le 22 pagine che costituiscono la sentenza della seconda sezione del tribunale civile, firmata dal giudice Michele Cifarelli. Un atto che stabilisce anche i risarcimenti ai parenti delle due vittime che avevano fatto causa (rappresentati dall’avvocato Tullio Virgili), in capo all’azienda. Quasi un milione di euro (952mila) da suddividere tra la madre di Biagio Santucci, Anna Cannavacciuolo, il fratello, la sorella, il nonno e gli eredi della nonna, che nel frattempo è deceduta. Mezzo milione, invece, alla mamma di Giordano Visconti, Anna Di Prisco, ed al fratello Andrea Visconti. Esattamente a dieci anni dal sisma in Emilia, la sentenza del giudice Cifarelli riprende la tragedia del crollo alla biomedicale Haemotronic da dove il procedimento penale si era fermato, con le archiviazioni del 2016, e va ad aggiungere quel passaggio in più, di natura appunto civilistica, che analizza in che condizioni gli operai tornarono alla loro occupazione. Altrimenti detto: nel gennaio di sei anni fa il gip Teresa Magno ha archiviato il fascicolo penale per omicidio colposo con questa conclusione: il crollo va iscritto in un quadro normativo carente, che comunque fu rispettato dalla Haemotronic. In sostanza, le leggi furono rispettate dall’azienda biomedicale, comprese le verifiche fatte all’interno del capannone dopo la scossa del 20 maggio, ma erano proprio le leggi, all’epoca, ad essere inadeguate. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?