HA AVUTO l’unica colpa di salutare una sua ex compagna di scuola che ha incrociato in una discoteca del reggiano. Tanto è bastato a un 24enne modenese per ricevere una testata e finire in ospedale con una ferita alla fronte e lesioni dentarie giudicate guaribili dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Sassuolo in 7 giorni. Per questo grave episodio di cronaca, che potrebbe...

HA AVUTO l’unica colpa di salutare una sua ex compagna di scuola che ha incrociato in una discoteca del reggiano. Tanto è bastato a un 24enne modenese per ricevere una testata e finire in ospedale con una ferita alla fronte e lesioni dentarie giudicate guaribili dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Sassuolo in 7 giorni. Per questo grave episodio di cronaca, che potrebbe nascondere un movente passionale, i carabinieri della stazione di Baiso hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 28enne sassolese chiamato a rispondere del reato per lesioni personali.

SECONDO la ricostruzione investigativa dei carabinieri della stazione di Baiso, a cui la vittima a sporto denuncia, il 24enne di Fiorano modenese si trovava nella discoteca del paese quando ha intravisto e salutato una ragazza, sua ex compagna di scuola. Un gesto a cui è seguita la gratuita aggressione: è stato immediatamente avvicinato da un ragazzo che gli ha sferrato una testata colpendolo con degli schiaffi.

La giovane vittima, frastornata, è ricorsa alle cure mediche presso l’ospedale di Sassuolo venendo giudicato guaribile in 7 giorni per una ferita alla fronte e lesioni dentarie. Quindi la denuncia formalizzata ai carabinieri della stazione di Baiso che hanno avviato le indagini risalendo all’aggressore che, una volta identificato, è stato denunciato per il reato di lesioni. Al vaglio dei carabinieri i motivi della gratuita aggressione che, secondo i militari al comando del Maresciallo Orazio Merolla, potrebbero essere da ricondurre a motivi passionali in corso di ulteriore approfondimento.

Per i militari non è stato difficile rintracciare il 28enne: è bastato sentire la ragazza per capire di chi si trattasse. L’uomo, probabilmente, ha agito per gelosia nei confronti della giovane, aggredendo il 24enne perché considerato un ‘rivale’ in amore. Gesto grave che gli costa una denuncia penale e probabilmente un processo.