Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Un cammino dantesco nelle chiese: si parte dalla Pieve di Trebbio

Prima tappa il 24 a Guiglia, l’idea è dell’associazione culturale Risorgimonte di Zocca e don Ciolek

Risorgimonte, associazione culturale di Montecorone di Zocca e don Tomasz Ciolek, con l’approvazione dell’arcivescovo monsignor Erio Castellucci, hanno organizzato un cammino dantesco che coinvolge tre chiese importanti della nostra provincia: Pieve di Trebbio nel territorio di Guiglia, l’Abbazia di Nonantola e la chiesa di Sant’Agostino a Modena.

Nella Pieve di Trebbio, domenica 24 aprile, dopo la santa messa delle ore 10, sarà rappresentato il primo canto dell’Inferno, nell’Abbazia di Nonantola, sabato 14 maggio dopo la Messa delle 18.30, sarà la volta del primo canto del Purgatorio e domenica 22 maggio, dopo la Messa delle 15,30, nella chiesa di Sant’Agostino di Modena alla presenza dell’arcivescovo, sarà interpretato il 33esimo canto del Paradiso. Introduzione di Claudio Stefano D’Inzeo, con la partecipazione di Antonella Giacomozzi, Donatella Tocci e Vincenzo Cariani. Tre chiese per tre cantiche.

"La nostra – dice Claudio Stefano D’Inzeo, di Risorgimonte – è una proposta culturale che ha lo scopo di diffondere il messaggio dantesco e soprattutto farci riscoprire quanto le parole del sommo poeta siano ancora risonanti negli animi degli uomini di oggi. Alla fine degli spettacoli, i canti saranno declamati, cercando di creare quella suggestione che avremmo se ’ascoltassimo’ direttamente Dante". Per altre informazioni si rimanda alla pagina Facebook di Risorgimonte oppure si può contattare il numero 329 217 1429.

w.b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?