Un premio dedicato a Montecuccoli. Il placet è arrivato dal ministro

Pavullo, l’iniziativa è stata presentata venerdì a Gennaro Sangiuliano in occasione della sua visita a Sassuolo

Un premio dedicato a Montecuccoli. Il placet è arrivato dal ministro

Un premio dedicato a Montecuccoli. Il placet è arrivato dal ministro

Un premio internazionale nel nome di Raimondo Montecuccoli. Si tratta di un progetto pensato dall’associazione Castelli Estensi, gestore del Castello di Montecuccolo, insieme ad alcune realtà sociali e culturali del territorio di Pavullo nel Frignano. Un’idea che venerdì scorso è stata ufficialmente presentata al Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano in occasione della sua visita al Palazzo Ducale di Sassuolo. Per il nascituro premio ’Raimondo Montecuccoli’ è da subito maturato il desiderio di richiedere al Ministero della Cultura il suo importante patrocinio.

Grazie alla collaborazione dei pavullesi Daniele Iseppi, già vice sindaco di Pavullo, e Federica Galloni, e al tramite del senatore Michele Barcaiuolo, si è ottenuta risposta positiva dal capo di Gabinetto del Ministro e quindi, in occasione della visita al Palazzo Ducale di Sassuolo, sono stati ritagliati alcuni minuti nel serrato programma del Ministro per presentargli il progetto.

Il premio potrà fregiarsi quindi del riconoscimento ministeriale e si spera che in occasione della

cerimonia per il primo conferimento, possa essere presente il Ministro stesso.

L’idea del premio nasce dalla consapevolezza che Raimondo Montecuccoli è stato uno degli uomini più importanti e geniali del Seicento europeo, e in qualità non solo di soldato, ma anche di diplomatico e intellettuale, ha lasciato testimonianze del suo passaggio in molte delle attuali nazioni del vecchio continente. Il premio intende assegnare un riconoscimento a chi, nel campo della storia, della cultura e delle arti, ha operato per consegnare alle nuove generazioni la memoria del mondo che fu, con le sue tradizioni, i suoi usi e costumi, e con le sue identità, la cui sopravvivenza è oggi messa in pericolo.

Il nome del primo vincitore è già stato scelto, ma sarà ufficializzato nel mese di marzo del 2024.