Ai tempi del Covid anche ordinare la merenda durante l’intervallo in classe richiede più attenzione e un’inevitabile riorganizzazione. Tute le fasi in cui i bambini si muovono all’interno della scuola vanno sorvegliate e sono sottoposte a regole. Va in questa direzione il SmartTouch Menu che da quasi sette anni è già un must in tantissimi bar, ristoranti e lidi balneari in Emilia-Romagna. E ora l’applicazione digitale corre in soccorso anche degli studenti a scuola che possono comodamente...

Ai tempi del Covid anche ordinare la merenda durante l’intervallo in classe richiede più attenzione e un’inevitabile riorganizzazione. Tute le fasi in cui i bambini si muovono all’interno della scuola vanno sorvegliate e sono sottoposte a regole. Va in questa direzione il SmartTouch Menu che da quasi sette anni è già un must in tantissimi bar, ristoranti e lidi balneari in Emilia-Romagna. E ora l’applicazione digitale corre in soccorso anche degli studenti a scuola che possono comodamente ordinare il loro snack di metà mattina (pizzette, focacce e panini) senza dovere per forza fare la coda (sconsigliatissima di questi tempi) al bar dell’istituto o delegare un referente della classe con la classica raccolta dei soldi, costretto poi a fare la fila per tutti, con i conseguenti rischi che possiamo immaginare. A Modena e provincia lo SmartTouch Menu è già usatissima in diverse realtà scolastiche tra cui il ‘Fermi’ nel capoluogo e il ‘Paradisi’ di Vignola, per un totale di oltre 2500 ragazzi. Come funziona la app? I gestori del servizio - fondato nel 2013 a Saronno - definiscono giorno e fascia oraria di ricezione preordini. Gli studenti, o i loro genitori, scaricano gratuitamente l’applicazione e ordinano la merenda. Le richieste - si può pagare con PayPal o carte di credito - arrivano già suddivise per classe, grazie al QR code da inquadrare in fase di ordini, che identifica ogni singola sezione. Il sistema è quindi comodo anche per comprensori che includono più plessi scolastici. Col pre-ordine si sa già in anticipo esattamente quanti e quali snack preparare. Si annullano gli sprechi e i ragazzi sono più soddisfatti, perché non si dovranno più accontentare di scegliere tra le merende rimaste. Inoltre, con la funzione statistiche è possibile vedere rapidamente l’andamento delle vendite e visualizzare i prodotti più richiesti. In questo modo si potranno fare previsioni sulle richieste future e organizzare al meglio anche gli acquisti di materie prime, per la produzione di questi cibi freschi. Insomma, niente più ‘liste della merenda’ o raccolta di soldi da parte di un referente in classe. Niente più file, attese, tempi morti. "Siamo soddisfatti che la nostra app sia riuscita a supportare la gestione del momento merenda in diverse scuole di Modena e provincia - dichiara Massimiliano D’Urso, amministratore unico e co-fondatore di Smart Touch Srl -. Poter fornire un aiuto in questo periodo, pieno di cambiamenti e incertezze, è un grosso stimolo per noi a fare sempre meglio".

Vincenzo Malara