Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

Vandalismi al parco e girano video armati

Castelfranco, in zona ’Stalla’ segnalate bande di giovani che terrorizzano i coetanei. E spunta un clip musicale con coltelli e mazze

10 giu 2022
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli
Un frammento del video che circola su Youtube, contenente minacce ed esibizione di coltelli

E’ allarme baby gang in zona "Stalla" – campi da tennis a Castelfranco Emilia. La situazione, già nota all’amministrazione e alle forze dell’ordine, di recente ha visto aggiungersi nuove "perle", come un video "trap" girato proprio in questa zona da un nutrito gruppo di magrebini, che con tanto di mazza e coltello mandano via Youtube messaggi ben poco rassicuranti, del tipo "Stai attento, stai attento! T’accontento con un ferro" e anche molto peggio (il video si reperisce in rete cercando "Tunsi (Freestyle"). Ma oltre al video, dove la finzione scenica potrebbe sempre essere invocata, ci sono anche recenti segnalazioni che confermano come il fenomeno non vada sottovalutato. Un genitore di Castelfranco, infatti, domenica scorsa ha riferito di avere portato suo figlio a Modena per farlo stare in compagnia di due suoi coetanei, in quanto questo ragazzino aveva paura di incontrare questa banda stando in zona Stalla. A esprimere lamentele è pure il presidente del circolo tennis locale, Fabrizio Bellini, che spiega: "Da quello che mi risulta, nessuno è mai stato minacciato. Tuttavia, già da un anno, c’è in zona circolo tennis un gruppo di 20 – 30 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 20 anni, che ci ha costretti di fatto a chiuderci in casa. Con i danni che hanno fatto nel tempo a sedie e tavoli, abbiamo dovuto portare via un furgone di roba da smaltire, perché tutta rotta, e abbiamo dovuto smantellare altri arredi. E’ stata anche incendiata la palma all’ingresso del circolo. Il problema nasce soprattutto verso le 21,30 – 22, quando si riuniscono e molti di loro, neanche troppo di nascosto, si fumano delle canne. Come hanno fatto anche altri, anche noi abbiamo segnalato più volte il problema alle forze dell’ordine". Interviene sulla vicenda anche il sindaco di Castelfranco, Giovanni Gargano, che innanzitutto ammette: "Non ero a conoscenza di questo video, che mi ha spiazzato, ma conosco bene la situazione in quella zona e in altre aree della città". Lo stesso Gargano, poi, non va per il sottile e dice: "Non so chi siano questi ragazzi, ma mi metto a disposizione fin d’ora per riceverli o vederli dove vogliono loro, anche alla Stalla e anche subito. Vorrei fare due chiacchiere con loro, per vedere come li si può aiutare nell’ambito di un percorso educativo". Ancora Gargano, ha annunciato che segnalerà il video alle forze dell’ordine e ha detto: "Come amministrazione poniamo la massima attenzione a monitorare questo tipo di fenomeni. Oltre al raccordo con la polizia locale, sta per partire anche a Castelfranco il progetto dello street tutor, sempre coordinato dalla polizia locale". Lo street tutor, appunto, è una figura che dovrebbe andare a intercettare direttamente sulla strada le situazioni di disagio, per avviarle a un percorso di recupero.

Ancora, il primo cittadino castelfranchese ha aggiunto: "Puntiamo al coinvolgimento delle famiglie di questi ragazzi, per stigmatizzare determinate situazioni. Sul disagio minorile, inoltre, ne ho parlato anche con il Console Generale Tunisino alcuni giorni fa e studieremo qualcosa insieme in una prossima visita ufficiale sul nostro territorio. Inoltre coinvolgerò le comunità di riferimento affinchè ci sia una presa in carico e responsabile da parte di tutti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?