Vasco Rossi sul palco del Modena Park
Vasco Rossi sul palco del Modena Park

Modena, 19 settembre 2017 - Quasi 6 milioni di indotto. Un incasso ‘mostruoso’ per un evento che difficilmente avrà eguali in futuro. Parliamo del mega-concerto di Vasco Rossi dello scorso 1 luglio al parco Enzo Ferrari. Del mitico ‘Modena Park’ si sono scritti fiumi d’inchiostro sia prima che dopo, plaudendo a un’organizzazione perfetta che ha permesso di accogliere una città dentro un’altra città. E ora arrivano anche le cifre ufficiali che raccontano di un ‘tesoro’ che ha largamente superato le stime della vigilia. A mettere nero su bianco i numeri è nientemeno che Vodafone, prendendo spunto dall’analisi fatta proprio dal Carlino in occasione dello show. La compagnia telefonica ha elaborato le informazioni registrate dalla tecnologia VodafoneAnalytics – riferimento assoluto nel campo dei Big Data Analytics – che consente di aggregare gli input generati dalla Rete 4G e 4.5G e di ricavare risultati su presenze, mobilità e flussi della popolazione. E bene, integrando tali informazioni con le stime di spesa media per visitatore è quindi possibile entrare nel dettaglio per settore, definendo il vero e proprio indotto, pari complessivamente a circa 5,8 milioni di euro.

Modena Park, dai ’big data’ la fotografia dei fans di Vasco Rossi

ALBERGHIERO

Secondo VodafoneAnalytics è certo che 24.200 fan si sono fermati a dormire a Modena una notte tra il 30 giugno e il 2 luglio. Se si confronta tale dato con il numero di stanze disponibili in tutta la provincia (6mila, fonte Federalberghi), è evidente come il fenomeno Airbnb e di affittacamere dei privati abbia sicuramente contribuito all’accoglienza. Alla luce di ciò la compagnia stima un indotto generato per il settore alberghiero di 660mila euro solo per la notte dell’evento, che salgono a circa un milione se si considera che molte persone (il 50% almeno) sono arrivate un giorno prima, e un’entrata complessiva di 968mila euro solo per un pernottamento, per un totale di 1 milione e 628mila euro.

RISTORAZIONE

Dal conteggio sono stati esclusi bar e ristoranti, considerando che la maggior parte dei pasti sono stasti consumati presso i corner disponibili nell’area del concerto. Al contempo, VodafoneAnalytics ha considerato che una percentuale non indifferente di persone è passata dal centro acquistando nelle attività rimaste aperte 24 ore. Con una spesa media di 10 euro a testa, si ottiene un saldo di circa 2 milioni e 400mila euro.

CARBURANTE, CONVENZIONE E PARCHEGGI

Cifre altissime anche per rifornimenti (800mila euro), parcheggi (350mila euro) e la nota convenzione firmata tra organizzazione e Comune (400mila euro).

VISITATORI E PROVENIENZA

Le presenze uniche registrate sono state pari a 243.895 persone tenendo conto, oltre che degli spettatori, degli addetti alla sicurezza (5.500) e le forze dell’ordine (1.200). Circa il 5% dei fan è arrivata dall’estero, di questi, 4.741 dalla Svizzera, 1.146 dagli Stati Uniti e 1.056 dalla Germania.