Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Via all’abbattimento dell’ex Onmi Farà spazio al nuovo polo scolastico

L’edificio di Pievepelago non più a norma. Il sindaco: "Investiamo sulla sicurezza"

E’ iniziata a Pievepelago la demolizione del fabbricato ‘ex Onmi’ in viale Adolfo Ferrari, in vista dei successivi lavori di costruzione del nuovo polo scolastico per l’infanzia. L’edificio risaliva al 1936, quando Marco Mesini volle donare un ospedale al suo paese d’origine, con una costruzione ad un piano dai soffitti molto alti come usava allora. La municipalità dell’epoca però non accettò il dono né come ospedale né come Pronto soccorso, viste le spese di gestione. L’edificio nel 1939 venne allora donato all’Onmi (Opera Nazionale Maternità Infanzia); dopo la sopraelevazione, negli anni ’60 divenne una frequenta ‘colonia’ con bambini che alloggiarono qui da tutta Italia, alcuni in attesa di affidamento altri solo per le vacanze estive (tra cui il Piccolo coro dell’Antoniano). A fine anni ’70 l’Onmi fu soppresso e l’edificio passò alla Provincia (e negli anni ’90 al Comune) ospitando prima le scuole elementari e gli uffici didattici, in seguito micro-nido, scuola infanzia e mense. Due anni fa i sopralluoghi tecnici ne decretarono l’impossibilità di continuarne l’utilizzo scolastico con adeguate condizioni di sicurezza e se ne decise l’abbattimento per sostituirlo con una nuova struttura. Nel frattempo le lezioni del micronido e della scuola infanzia sono state spostate al Centro protezione civile in via Impianti sportivi, con una soluzione provvisoria ma accogliente. "In seguito ad analisi di laboratorio – dice il sindaco Corrado Ferroni – il vecchio edificio ex Onmi non raggiungeva più la soglia minima dai valori richiesti dalle attuali norme antisismiche e così abbiamo optato per la costruzione di un nuovo polo scolastico dove viene abbattuto il fabbricato esistente. La nuova struttura sarà una ulteriore dimostrazione della sensibilità di questa amministrazione verso i servizi scolastici, per i quali in questi anni abbiamo investito importanti risorse. I nuovi edifici scolastici a Pievepelago saranno al passo con le attuali esigenze di sicurezza e fruibilità, dimostrando che lo sviluppo della montagna passa in modo inderogabile dal potenziamento dell’offerta scolastica".

Primo atto sono i lavori di abbattimento dell’ex Onmi, aggiudicati alla ditta Crovetti Dante srl per 90mila euro. Poi la ricostruzione del nuovo polo per l’infanzia (intitolato a mons. Cesare Vignocchi) e in seguito un terzo stralcio col rifacimento del vicino plesso ‘Pedrazzoli’ con scuole primaria e secondaria I grado. Inoltre, in piazza V.Veneto stanno proseguendo i lavori di ristrutturazione della nuova sede del Liceo Scientifico Sport Invernali dell’istituto superiore Cavazzi: si tratta del secondo edificio che sarà destinato a tali scuole, in considerazione dell’aumento degli studenti che non trovano adeguati spazi nella sola sede di via Tamburù.

Giuliano Pasquesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?