Via Zarlati nella morsa del degrado: "Abbandonati in mezzo ai rifiuti"

L’imprenditore Salvalai: "Senza le fonderie questa zona è diventata una discarica a cielo aperto. La replica di Hera: "Dopo il via libera della polizia locale, la pulizia è programmata in tempi brevi".

Via Zarlati nella morsa del degrado: "Abbandonati in mezzo ai rifiuti"

Via Zarlati nella morsa del degrado: "Abbandonati in mezzo ai rifiuti"

di Emanuela Zanasi

Un quartiere fantasma disseminato di capannoni abbandonati; eppure qualcuno che lavora nel villaggio artigiano di Modena Ovest ancora c’è, ma è costretto a convivere con montagne di rifiuti abbandonati lungo la strada. E’ il caso del signor Alberto Salvalai, imprenditore titolare della storica officina S.e.a, aperta dal padre negli anni ’50, premiata per la fedeltà al lavoro e progresso economico. Siamo nella zona di via Zarlati, sede della ex fonderie, chiuse e ora in fase di smantellamento dopo una diatriba con i residenti durata anni. L’officina S.e.a. confina proprio con lo stabilimento delle fonderie. Ora uno dei capannoni abbandonati è occupato abusivamente da sentatetto. "Vediamo persone che entrano ed escono ad ogni ora – spiega il signor Salvalai – è una scena praticamente quotidiana, li vedo uscire io al mattino quando arrivo; qui siamo circondati da stabili abbandonati".

Oltre al via vai notturno dal capannone delle ex fonderie le situazioni di più critiche prendono forma in via Orsini e via Coppola, due strade parallele e chiuse e proprio per questo meta notturna di persone che depositano ogni tipo di rifiuto. C’è di tutto in quella discarica a cielo aperto; da avanzi di cibo a indumenti, da pneumatici a rifiuti industriali, pezzi di arredi rotti e oggetti di ogni tipo accatastati a marcire. C’è persino una vasca idromassaggio che fa bella mostra di sé in mezzo alla strada. "La situazione è ormai ingovernabile – commenta l’imprenditore – l’ho segnalata più volte ad Hera anche con foto inviate online, la polizia locale è venuta a verificare ma ancora nessuno ha fatto nulla. Noi qui ci siamo di giorno – prosegue - e non riusciamo a vedere chi porta i rifiuti in questo punto, vengono sicuramente di notte o al sabato e alla domenica quando qui non c’è nessuno, ma così non si può andare avanti. La rigenerazione di tutta l’area è inclusa nel Pug, il piano urbanistico generale del Comune ed è stata discussa più volte in consiglio comunale , ma per ora chi lavora nella zona deve convivere con l’abbandono e il degrado.

La replica di Hera non ha tardato ad arrivare. "In merito ai rifiuti abbandonati presenti nelle vie Coppola e Orsini a Modena, il Gruppo Hera fa sapere che dopo il via libera della polizia locale la pulizia è programmata in tempi brevi. In casi come questi infatti è necessario attendere il sopralluogo delle autorità, anche allo scopo di individuare i trasgressori. Gli operatori Hera sono già intervenuti in zona alcune settimane fa".