L’episodio è avvenuto domenica scorsa verso le 19, nella corsa da Sassuolo a Modena
L’episodio è avvenuto domenica scorsa verso le 19, nella corsa da Sassuolo a Modena

Sassuolo (Modena), 22 agosto 2017 – E’ stato arrestato per violenza sessuale in flagranza e denunciato a piede libero per false attestazioni sulla propria identità e detenzione di stupefacenti, il 47enne tunisino censurato e senza fissa dimora che domenica scorsa, verso le 19, ha approfittato di una ragazza di 24 anni sul Gigetto diretto da Sassuolo a Modena.

La giovane ha riferito agli agenti che, salita sul treno, è stata invitata dallo straniero a sedergli accanto. Avendo intuito le intenzioni poco chiare dell’uomo, la ragazza si è alzata e si è spostata alla ricerca di una carrozza più affollata, dove poter trovare aiuto in caso di bisogno. Prima che potesse uscire, però, è stata raggiunta e bloccata dallo straniero che l’ha ripetutamente palpeggiata in diverse parti del corpo. Sconvolta e in evidente stato di shock, la ragazza è riuscita a divincolarsi ed attirare l’attenzione di una viaggiatrice, che immediatamente l’ha soccorsa soccorso e l’ha accompagnata nello scomparto in cui si trovava il controllore.

Proprio il dipendente Tper ha contattato la polizia e nel frattempo ha fatto fermare il convoglio sui binari, lontano dalla stazione successiva, proprio per evitare la fuga del malfattore. Gli agenti della Volante hanno raggiunto il treno e bloccato E.R., sprovvisto di documenti di identità, che è stato accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti. Una volta perquisito, il nordafricano ha rivelato nella borsa a tracolla un coltello da cucina di 18,5 cm e 2,3 grammi di hashish.