Ztl, braccio di ferro tra i comitati Ancora scontri sull’ampliamento

I sostenitori del progetto: "Fondamentale per l’ambiente". La replica: "Fare un passo indietro"

Ztl, braccio di ferro tra i comitati  Ancora scontri sull’ampliamento

Ztl, braccio di ferro tra i comitati Ancora scontri sull’ampliamento

CARPI

"L’ampliamento della Ztl non va rinviato!". ‘Ampliamola!’, il Comitato per la Ztl interviene dopo la richiesta di posticipare l’avvio dell’ampliamento della stessa (da novembre e inizio 2024, per salvaguardare il periodo natalizio) presentata nei giorni scorsi dalle associazioni di categoria.

"È fondamentale che la Zona a Traffico Limitato venga ampliata il prima possibile – ribadisce il Comitato -. Ci sono anche motivazioni ambientali: Carpi continua a essere una delle città europee con il più alto livello di smog. Inoltre, l’emissione di gas serra da parte delle automobili contribuisce all’aggravarsi del riscaldamento climatico. Comprendiamo le preoccupazioni dei commercianti del centro storico, ma siamo convinti che l’ampliamento della Ztl migliorerebbe la vivibilità del centro stesso. Ovviamente purchè accompagnato da miglioramenti nell’accessibilità al centro tramite investimenti volti a potenziare i trasporti pubblici e incrementare le infrastrutture ciclabili".

Non si è fatta attendere la replica del comitato del ‘No’: "A differenza del Comitato dei ‘fantasmi’ per il Sì alla Ztl, composto da esponenti locali della Giunta Bellelli che parlano solo a nome di se stessi, la petizione che abbiamo lanciato rappresenta oltre 2.500 cittadini carpigiani che hanno detto No alla Ztl. Oltre a ribadire la nostra contrarietà all’ampliamento della stessa – affermano Massimo Barbi e Michele De Rosa per il Comitato del No - rimaniamo attoniti nel constatare come per l’ennesima volta la Giunta non prenda minimamente in considerazione le richieste pervenute in questi giorni da Cna, Confartigianato -Lapam, Confcommercio e Confesercenti. Come abbiamo sempre detto, l’ampliamento della Ztl deve essere il punto d’arrivo di una lunga serie di interventi che sono necessari (come l’aumento dei parcheggi, gli accessi al centro storico, l’arredo urbano, la riqualificazione delle vie limitrofe e tanto altro) per rivitalizzare il centro storico già molto sofferente a causa anche della scarsa lungimiranza della Giunta".

"Per questo - proseguono - ci uniamo alla richiesta pervenuta dalle associazioni di categoria ed esortiamo la Giunta Bellelli a fare un passo indietro sull’ampliamento della Ztl, favorendo prima un vero confronto e non fittizio di tutti i principali attori del centro storico su quello che è necessario per il bene della nostra città".

Maria Silvia Cabri