Il ballo delle debuttanti, emozione senza tempo

La tradizionale serata si è tenuta nel cortile d’Onore dell’Accademia di Modena. Raccolti 15mila euro per l’acquisto di un ecografo a favore del Policlinico

Modena, 18 maggio 2024 – Una serata “magica”, in una cornice altrettanto suggestiva, capace quasi di fermare il tempo. Ieri sera, nel cortile d’Onore dell’Accademia, il “gran ballo delle debuttanti” ha rinsaldato, ancora una volta, il forte legame che lega la città a questa tradizione: dalle uniformi agli abiti elegantissimi, fino alla musica e ai giochi di luce.

Così, dopo la cerimonia del Mak P 100 degli Allievi Ufficiali del 204° corso ’Volontà’ dell’Accademia Militare (evento che segna i cento giorni mancanti alla promozione al grado di Sottotenente dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri) le emozioni hanno continuato a riempire il cuore degli allievi ufficiali sulle note di balli storici.

Accademia di Modena, il ballo delle debuttanti di venerdì 17 maggio 2024
Accademia di Modena, il ballo delle debuttanti di venerdì 17 maggio 2024

“Questa serata rappresenta un momento di gran gioia per noi Allievi ’anziani’ da condividere con le persone a noi più care e che sono state al nostro fianco durante i nostri primi due intensi anni formativi vissuti in Accademia Militare” spiega Francesco Fonticelli, Allievo Capo Scelto di Reggimento.

L’Accademia “è custode di queste tradizioni che dal 1678 si tramandano tra gli Allievi Ufficiali di Esercito e Carabinieri ed al tempo stesso ha dimostrato di essere un’istituzione estremamente permeabile all’innovazione che, unitamente ai suoi valori, rappresenta le ‘radici del futuro’ – conferma l’Allievo Istruttore Daniele Matilde –. Il ballo di gala è una di quelle che, nel tempo, si è evoluta come espressione del cambiamento. Infatti dagli anni ’60 si è arricchito della partecipazione delle ’debuttanti’, principalmente giovani diciottenni modenesi, che ben presto si estese a tutta Italia, fino ad arrivare ad oggi, con la partecipazione al ballo di alcune di noi Allieve (9, ndr)”.

Non solo. Come ogni anno, parte del ricavato della serata sarà devoluto a favore dell’unità ospedaliera di Pediatria del Policlinico di Modena: sono stati raccolti 15mila euro. “Nei prossimi giorni, la somma raccolta con questa serata, ci permetterà di donare un nuovo ecografo utile a migliorare e implementare le competenze specialistiche pediatriche ma soprattutto consentire a favore dei più piccoli una diagnostica sempre più rapida e accurata”.