Sorgerà in Emilia Romagna lo stabilimento Faw – Silk Ev
Sorgerà in Emilia Romagna lo stabilimento Faw – Silk Ev

Modena, 29 aprile 2021 - E’ una corsa a tre, almeno per quanto riguarda la provincia di Modena, quella per accaparrarsi la sede della nuova fabbrica di supercar della joint venture cinese americana Faw – Silk Ev, che produce bolidi ibridi e futuristici per una fascia altissima di clientela. Di sicuro, per ora, c’è solo che questo colosso dell’automotive vuole investire in Emilia Romagna, terra di motori per eccellenza, tanto che con il coordinamento della Regione, la Faw – Silk Ev sta valutando diversi siti. Gli ultimi rumors nati da una battuta di Valerio Veronesi, presidente della Camera di Commercio di Bologna, danno in pole position Castelfranco, tanto che il sindaco Giovanni Gargano sta stringendo le dita.

Aggiornamento La supercar sarà costruita a Reggio Emilia

Sempre secondo Gargano, però, si stanno giocando le loro carte anche Modena e Carpi, "comuni che mi risulta – ha detto il primo cittadino castelfranchese – abbiamo comunicato la propria disponibilità alla Regione per accogliere un insediamento di questo tipo". Si diceva della pole position di Castelfranco perché Veronesi, appunto, ha annunciato che su questa sede da individuare si andava verso una pacificazione tra Modena e Bologna: "Tutto sommato – ha detto – si va verso un compromesso, che individua una zona che è sotto il nostro vescovo, ma in territorio modenese".

E l’unico comune modenese a presentare queste caratteristiche, appunto, è Castelfranco. Cosicché il suo sindaco, Giovanni Gargano, ci sta sperando, e all’inizio dello scorso marzo ha già presentato in regione la candidatura di Castelfranco, proponendo come area quella presso Madonna degli Angeli. "Sono 91 ettari di terreno – ha detto Gargano – che presentano già gli strumenti urbanistici idonei ad ospitare un insediamento di questo tipo. Ancora, però, dalla Regione non ho saputo nulla. Ma non ho fretta. Comunque vada, un investimento da 1 miliardo di euro come ho sentito dire che sia intenzionata a fare questa azienda, sarà importante per tutta la nostra regione. Ovviamente, se fosse a Castelfranco stapperei con un lambrusco o un pignoletto, cioè un nostro vino frizzante, perché confermerebbe una volta di più che Castelfranco è terra vivace, di motori e di sapori. Gli investimenti che abbiamo fatto negli ultimi anni come amministrazione stanno attirando diverse aziende. Per tutto il territorio sarebbe molto importante, perché si parla di 1.500 posti di lavoro diretti, più ovviamente tutto l’indotto".

Intanto, sempre ieri, Silk-FAW, la joint venture tra Silk EV, società internazionale di ingegneria e design automotive, e Faw, uno dei maggiori produttori automobilistici cinesi, ha annunciato la nomina di Amedeo Felisa come Special Advisor del Presidente Jonathan Krane. Felisa guiderà la definizione della strategia globale della società e supervisionerà l’esecuzione di tutte le fasi del business plan. Se il buongiorno si vede dal mattino, buone cose bollono in pentola…