Stefano Bonaccini, Ivan Galiotto, Stefano Tortini e Gian Enrico Venturini (FotoFiocchi)
Stefano Bonaccini, Ivan Galiotto, Stefano Tortini e Gian Enrico Venturini (FotoFiocchi)

Modena, 26 giugno 2019 - Carte di pagamento in Braille per i clienti non vedenti o ipovedenti. A promuoverle è Bper Banca, dopo una proposta del rappresentante provinciale di Modena dell’Unione Italiana Ciechi  Ivan Galiotto. “Per una banca - spiega il vice direttore generale Bper Gian Enrico Venturini - è fondamentale creare valore e vogliamo restituirlo in varie forme alla comunità. Bper da sempre promuove iniziative ad alto ritorno sociale, che documenta nel proprio bilancio di sostenibilità”.

Alla presentazione presente il vice presidente Uici, Stefano Tortini: “Per la prima volta in Italia viene data da una banca questa opportunità, che rappresenta anche un importante scopo mutualistico della banca stessa”.

Un plauso all’iniziativa arriva anche dal presidente della Regione Stefano Bonaccini: “E’ bene che ogni azione che innalza i diritti delle persone con una qualche disabilità - dice Bonaccini -  venga celebrata anche simbolicamente come un passo in avanti. Siamo una regione tra le più avanzate in termini di riconoscimento dei diritti anche per chi appunto ha una qualche forma di disabilità fisica e penso sia giusto che un’iniziativa del genere possa essere testimoniata anche da parte delle istituzioni”.

Bper Banca offre già alla clientela ipovedente e non vedente strumenti specifici per effettuare online operazioni finanziarie, bonifici, ricariche telefoniche. All’interno del Msite dell’internet banking (l’applicazione di accesso per dispositivi mobili), è stata predisposta la possibilità che software specifici (screen reader) “leggano” quanto appare sul monitor o sul display e lo descrivano attraverso una sintesi vocale.