L’auto sommersa in un sottopasso tra Spilamberto e Vignola (foto dei vigili del fuoco)
L’auto sommersa in un sottopasso tra Spilamberto e Vignola (foto dei vigili del fuoco)

Modena, 4 luglio 2020 – Una notte di intenso lavoro per i vigili del fuoco a causa di un violento nubifragio che ha colpito la fascia pedecollinare. Quaranta in tutto gli interventi effettuati, tra questi, intorno alle tre del mattino, il più delicato è stato in un sottopasso della Pedemontana, tra Spilamberto e Vignola.
 

Leggi anche Maltempo, a Bazzano automobilisti e famiglie salvati. Monteveglio, esonda torrente


Qui, infatti, i vigili del fuoco anche grazie ai sommozzatori giunti in supporto dal nucleo regionale di Bologna, sono state estratte dall’auto sommersa e salvate due persone. Dalle 2.30 circa in poi si sono susseguite richieste di soccorso per allagamenti, alberi abbattuti e persone blocxate nelle auto nri sottopassi stradali invasi dall’acqua. La SP 623 in località Ergastolo è stata inoltre invasa da detriti a causa di uno smottamento e sono state avviate le operazioni di ripristino da parte della Provincia.

A Vignola, nel modenese, è stato riaperto alle 19 di oggi il tratto della Nuova Pedemontana, chiuso dalla mattina a causa dei danni dovuti al maltempo. Gli operatori e la ditta incaricata dalla Provincia, fa sapere l'amministrazione, hanno concluso le operazioni di sgombero dei detriti scesi dalla scarpata e la pulizia della carreggiata in diversi punti, nel tratto compreso tra la rotatoria di via Lugazzo e lo svincolo con la strada provinciale 623.

Le previsioni meteo in provincia