Finale Emilia (Modena), 16 aprile 2016 - Giunta Pd azzerata, e in Comune a Finale Emilia arriva un commissario di nomina prefettizia con funzioni tecniche amministrative, con il compito di condurre il Comune al voto amministrativo del 5 giugno.

Dopo l’inchiesta Aemilia, la nuova bufera che ha coinvolto il centro della Bassa modenese con l’indagine in corso su appalti e convenzioni nel mondo del volontariato (14 gli avvisi di garanzia notificati) ha portato alle dimissioni dei cinque assessori, di cui solo due non indagati, e di un consigliere comunale.

Dalle sue parole il sindaco Fernando Ferioli sembra intenzionato a non ricandidarsi, anche se è annunciato un pressing del Pd nelle prossime ore.  “E’ con molta amarezza e un profondo dolore personale - ha scritto Ferioli in una nota stampa - che comunico le dimissioni dei miei cinque assessori. Il mio abbraccio va a tutti quelli che soffrono e che stanno vivendo una situazione terribile sotto il profilo umano e familiare”.

Con l’azzeramento della giunta, il sindaco formulerà la richiesta al Prefetto Michele Di Bari di inviare un incaricato, in sostituzione degli assessori. Operazione che consente all’amministrazione di giungere a fine mandato con l’approvazione del bilancio.

v.b.