Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 gen 2020

Salvini a Modena scommette su "una vittoria ampia". "Pd? Subirà batosta storica"

Tour tra Bassa e città del leader della Lega. Dopo la polemica, apre regolarmente il pub scelto per l'aperitivo

7 gen 2020
silvia saracino

Modena, 7 gennaio 2019 - "L'ultimo sondaggio Swg di metà dicembre dà il centrodestra avanti di due punti, io invece conto di vincere di un po'". Matteo Salvini (video) si sbilancia in previsioni nella tappa modenese del suo tour per l'Emilia Romagna. Il leader della Lega, insomma, si aspetta una vittoria più ampia di un testa a testa positivo per Lucia Borgonzoni. "Il Pd - profetizza parlando con i giornalisti a margine del comizio nel capoluogo - prenderà una batosta che si ricorderà a lungo, mentre il Movimento 5 Stelle, se va bene, arriverà al 5%".

Finale, Soliera, Carpi, Mirandola, San Possidonio e alla fine Modena. Una lunga giornata modenese, quella del leader di Matteo Salvini (foto) impegnato in un tour de force in vista dell'ormai imminente voto alla elezioni regionali del 26 gennaio. "Sarò in almeno cento piazze, spero anche duecento", aveva promesso pochi giorni fa in una tappa bolognese. Oggi ribadisce e attacca: "Da domenica sono stato a più di venti incontri in venti piazze, mentre Bonaccini è attaccato a Facebook".

E davvero il programma è intensissimo. Apre regolarmente il pub di Modena dove era previsto l'aperitivo conclusivo. "Voglio rimanere fuori dalle polemiche politiche che ci stanno soltanto danneggiando perché sono stati diffusi online messaggi denigratori che invitano a boicottare il nostro locale", aveva spiegato il titolare Antonio Imperato annunciando di volerlo tenere chiuso. Poi, evidentemente, ha cambiato idea. Così, dopo un comizio veloce in via Gallucci seguito dall'ormai classico rito dei selfie, il leader del Carroccio e i militanti si siedono ai tavoli della birreria per un brindisi.

Approfondisci:

Salvini, minacce di morte sui social. "A Cesena c'è una pistola per te"

Salvini a Modena. "Il 26 gennaio passa il treno della storia". Video

A Finale

Salvini oggi a Modena, le foto
Salvini oggi a Modena, le foto

L'esordio è ai cancelli della discarica di Finale, che la Regione vuole ampliare e che molti cittadini raccolti in un focoso comitato osteggiano tenacemente, In mezzo ci si è messa anche la magistratura che ha messo i sigilli all'area. "Sono qui perché non voglio cittadini di serie A e di serie B in Emilia-Romagna. Qui ne avete subite tante, dal terremoto a altri problemi", scandisce Salvini (video). "Danneggiare ancora il territorio, le aziende agricole, le famiglie, aumentando discariche sotto sequestro, facendo venire in Emilia-Romagna i rifiuti di altre parti d'Italia, non mi sembra rispettoso nei confronti di chi vive qui. Questa non è autonomia, non è responsabilità. È utilizzare alcune alcune parti dell'Emilia-Romagna come discariche, senza il permesso dei cittadini del territorio", ha aggiunto l'ex vicepremier.

A Soliera

Dopo la visita alla discarica di Finale Emilia Salvini va tra le bancarelle del mercato di Soliera, dove viene accolto da una folla entusiasta. "C'è gente che minaccia i baristi che ci invitano (riferendosi appunto al gestore del pub modenese, ndr). E una signora mi ha detto: 'ho fatto una foto con te, non vorrei che mi boicottassero il negozio. Ma siamo in democrazia o in Unione Sovietica?", è la polemica lanciata dal leader del Carroccio.

A Carpi

A Carpi il segretario della Lega saluta i negozianti e fa shopping: compra alcune paia di slip in un negozio di corso Alberto Pio.

La polemica

"Mai avuto richieste di prenotazioni da parte della Lega, voglio rimanere fuori dalle polemiche politiche che ci stanno soltanto danneggiando perchè sono stati diffusi online messaggi denigratori che invitano a boicottare il nostro locale". Antonio Imperato non è un ristoratore di ‘primo pelo’; nella sua vita ha gestito diversi locali in Italia e all’estero, la gente la conosce e lui sa come gestire le situazioni. Da quindici anni è alla guida del pub Mr Brown in via Gallucci cuore della movida. E proprio il suo locale è al centro di una piccola bufera per l’arrivo in città di Matteo Salvini, stasera. Il pub è stato infatti inserito dal partito come tappa serale per un aperitivo con il leader della Lega ma il locale, spiega Antonio, non ha mai ricevuto alcuna comunicazione in merito.

"Avevamo letto che Salvini sarebbe venuto in via Gallucci – spiega – e in quanto locale pubblico aperto al pubblico ci aspettiamo che venga chiunque e noi naturalmente serviamo chiunque, che siano rossi, verdi o gialli non importa ma nessuno ci ha mai prenotato dei tavoli e chiesto di organizzare un aperitivo per Salvini. Noi non apparteniamo ad alcuna fazione politica, nè abbiamo fatto mai politica in questi 15 anni di attività in questo locale e trentacinque di attività personale. Non vogliamo diventare la bandiera di nessuno e martedì sera – oggi ndr – è probabile che saremo in ferie". Invece, il pub è stato regolarmente aperto anche nel giorno della visita di Salvini.

Quello che ha fatto soprattutto irritare Antonio Imperato è stata la campagna denigratoria che si è scatenata sui scoial alla notizia della tappa al pub di Salvini, messaggi che invitano a boicottare il locale. Con tanto di hashtag ‘BoycottMrbrown" uno dei messaggi recita: "Salvini vergognati. Sarà nuovamente a Modena. Ai miei concittadini e a chi la viene a visitare invito a boicottare (per sempre) il pub MrBrown" Insomma il clima non è proprio dei più distesi, proprio quello che non vuole Antonio che anzi precisa: "Dopo la manifestazione delle sardine in piazza Grande nel novembre scorso, quando anche allora Salvini sarebbe dovuto venire in via Gallucci, tanti dei manifestanti della piazza sono venuti dopo a bere una birra da noi, molti sono nostri clienti, a dimostrazione che non ci schieriamo con nessuno". Anche la Lega Modena vuole stemperare la polemica. "Avevamo scelto il pub Mr Brown perchè si trova ad un incrocio con un’altra strada e quindi c’è anche più spazio per la gente – ha spiegato il segretario del Carroccio modenese Luca Bagnoli – avevo incaricato uno dei nostri di avvisare il pub, una comunicazione informale, abbiamo detto ‘presso Mr Brown’, nessuna prenotazione ufficiale. Capisco il gestore che conosco e stimo e se decide di tenere chiuso non è un problema, rispettiamo la sua decisione , è una brava persona e non vogliamo che abbia dei probelmi; noi il comizietto lo faremo comunque lì davanti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?